Gianfranco Fini indagato per riciclaggio: sequestrati ai Tulliani beni per 5 milioni di euro

Gianfranco Fini

Gianfranco Fini, l’ex presidente della Camera dei Deputati ed ex leader di An, è indagato per riciclaggio nell’ambito dell’inchiesta della Procura di Roma che ha portato la Guardia di Finanza a sequestrare beni per un valore di 5 milioni di euro a Sergio, Giancarlo ed Elisabetta Tulliani, rispettivamente suocero, cognato e compagna di Fini.

Il sequestro dei beni e l’avviso di garanzia emesso a carico di Gianfranco Fini segue le vicende dello scorso dicembre che hanno portato all’arresto Francesco Corallo (il re delle slot, capo della società offshore Atlantis, principale concessionaria dello Stato per le slot machine), Rudolf Theodor, Anna Baetsen, Alessandro La Monica, Arturo Vespignani e Amedeo Laboccetta, con l’accusa di associazione a delinquere transnazionale dedita a peculato, riciclaggio ed evasione fiscale.

Secondo l’accusa, i profitti della presunta associazione a delinquere sarebbero stati utilizzati in acquisizione di immobili e in attività economiche e finanziarie. Profitti di cui, sempre secondo l’accusa, beneficiavano anche i componenti della famiglia Tulliani.

“L’avviso di garanzia è un atto dovuto. Ho piena fiducia nell’operato della magistratura, ieri come oggi”, ha commentato l’ex presidente della Camera, Gianfranco Fini.

Autore: Mena Cirillo

Appassionata di divulgazione dal 2001 al 2009 ho collaborato con la testata giornalistica Salus.it e dal 2009 al 2011 con Italia News. Per contattarmi: notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *