Gilotti (Unione petrolifera): aumento carburanti fino al 2021 per 3 miliardi per elevato carico fiscale

Roma 20 giugno 2015 – Dopo gli aumenti i prezzi dei carburanti rilevati questa settimana da Staffetta Quotidiana arriva l’allarme di nuovi aumenti, anche di 12-14 centesimi al litro, lanciato da Alessandro Gilotti, presidente dell’Unione petrolifera, che imputa i rialzi alle tasse del Governo.

secondo il quale tra sabato e oggi ci sono stati aumenti dei prezzi consigliati alla pompa in particolare per la verde.

[easy_ad_inject_1] “Tra Iva e coperture varie, sono già programmati aumenti fino al 2021 per 3 miliardi, pari a circa 12-14 cent al litro”. ha detto Gilotti che spiega “Il problema dell’elevato carico fiscale sui carburanti, oggi intorno al 60% del prezzo finale, si riproporrà con forza in futuro”.

Nel 2014 la fattura petrolifera si è consistentemente ridimensionata passando da 30,450 miliardi del 2013 a 24,9 miliardi (-18%). Lo si legge nella Relazione annuale dell’Unione petrolifera diffusa in occasione dell’assemblea 2015. La flessione dello scorso anno, spiega l’Unione Petrolifera, si deve al calo dei consumi (-3,8%) e a quello delle quotazioni del greggio (-9%).

Inoltre spiega Gilotti, “Con le 1.500 chiusure di impianti dal 2007 a oggi il mercato è più aperto e concorrenziale, ma il numero totale rimane troppo alto, gli erogati troppo bassi e i costi di gestione in molti casi insostenibili”.
[easy_ad_inject_2]

Autore: Donato Paolino

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

3 pensieri riguardo “Gilotti (Unione petrolifera): aumento carburanti fino al 2021 per 3 miliardi per elevato carico fiscale”

  1. ..e questa notizia si concilia poco con le affermazioni del governo che afferma di non voler mettere le tasche nelle mani degli Italiani.
    Significa che non valuteremo i provvedimenti come aumenti delle tasse ma come –rapina–.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *