Giulio Regeni. Egitto: bene il ritorno dell’ambasciatore italiano. I genitori: “Andremo al Cairo”

giulio regeni

Il governo egiziano approva il ritorno dell’ambasciatore italiano al Cairo nonostante non si sia fatta ancora luce sulla morte di Giulio Regeni, il giovane ricercatore friulano sequestrato, torturato e ucciso in Egitto tra il gennaio e il febbraio 2016. “Ora auspichiamo il ritorno del turismo italiano” in Egitto ha spiegato il portavoce del ministero degli Esteri del Cairo, Ahmed Abou Zeid, in un’intervista alla tv privata Dream.

“Le relazioni italo-egiziane sono speciali e storiche sotto diversi aspetti: economico, culturale e anche nel campo della politica”, ha aggiunto Zeid.

I genitori di Regeni andranno al Cairo

La mamma e il papà di Giulio non ci stanno e hanno annunciato ai microfoni di RaiNews24 che “Il 3 ottobre andremo al Cairo per chiedere giustizia per Giulio”. “Chi ha deciso il rinvio dell’ambasciatore italiano al Cairo non deve aver visto il corpo di Giulio”, hanno detto.
“Ora c’è la percezione di una forte distanza” con chi ha preso la decisione. La mamma del giovane ha poi chiesto per il 3 ottobre una “scorta mediatica” che li accompagni e segua il caso.

L’inchiesta del New York Times: Obama sapeva

Tutto questo a 24 ore da quanto emerso dall’inchiesta del New York Times secondo la quale l’Amministrazione Obama era in possesso di “prove esplosive” sulle responsabilità di alcuni “alti papaveri” egiziani nella morte di Giulio Regeni, e questo portò ad un burrascoso colloquio tra l’allora segretario di Stato Kerry e l’omologo egiziano Shoukry. Sempre secondo il NYT le prove dimostravano come il giovane ricercatore friulano fosse stato rapito, torturato e ucciso da elementi della sicurezza egiziana”. Il materiale sarebbe stato girato “al governo Renzi ma senza le prove per non rivelare le fonti”.

Fonti di Palazzo Chigi precisano che sull’inchiesta del NYT dedicata alla morte di Giulio Regeni, nei contatti tra amministrazione Usa e governo italiano, avvenuti nei mesi successivi all’omicidio di Regeni, non furono mai trasmessi elementi di fatto, come ricorda tra l’altro lo stesso giornalista del Nyt, né tantomeno “prove esplosive”.

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *