You are here
Home > Scienza e Tecnologia > Google lancia Allo, messagistica intelligente ma Snowden avverte: “A rischio la Privacy”

Google lancia Allo, messagistica intelligente ma Snowden avverte: “A rischio la Privacy”

Google Allo

Google lancia Allo, un’app di messaggistica intelligente che permette agli utenti che l’hanno installato sul proprio smartphone di poter messaggiare con adesivi, doodle, emoji nuovi e, naturalmente il classico testo. Il tutto seguito in modo intelligente da un Assistente Google virtuale.

Tra le funzioni che si ritrovano nell’applicazione l'”inchiostro” per disegnare ulteriormente sulle foto che si intendono inviare, gli “adesivi” nuovi di zecca disegnati da artisti indipendenti, la possibilità di dimensionare il testo per dare maggior tono alle parole senza dover usare il maiuscolo.

Si rilevano poi le funzioni di risposta rapida che si può attuare sfruttando il sistema intelligente che nel tempo studia le risposte e le suggerisce nello stile preferito e poi l’Assistente Personale che è sempre pronto per aiutare non solo a trovare risposte utili senza lasciare la conversazione: per attivarlo basta digitare semplicemente @google.

Nell’app è possibile anche messaggiare in incognito sfruttando la crittografia end-to-end ed è possibile dare una scadenza alle chat.

Tuttavia l’app potrebbe presentare rischi per la privacy. Parola di Edward Snowden, l’ex tecnico della CIA e fino al 10 giugno 2013 collaboratore della Booz Allen Hamilton per la National Security Agency, noto alla cronaca per aver rivelato pubblicamente dettagli di diversi programmi di sorveglianza di massa del governo statunitense e britannico. In un tweet Snowden ha scritto: “Oggi gratuitamente disponibile per il download: Google Mail; Google Maps e Google sorveglianza”. “Questa è Allo, non utilizzatela” e poi ha linkato ad The Verge, sito specializzato in tecnologia che denuncia la carenza della policy scelta per l’archiviazione dei dati.

“La scelta di Big G di disabilitare la crittografia end-to-end di default nella nuova chat app Allo è pericolosa e la rende insicura”, aveva twittato. “Evitatela per adesso”.

Il consiglio allora è di usare Allo in incognito attivando la crittografia end-to-end, modalità che non permette di utilizzare tutte le funzioni tra cui l’Assistente intelligente ma dovrebbe rendere più riservato ciò che si scrive.

Vincent Dimaggio
Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it
http://www.notiziefree.it

Similar Articles

Lascia un commento


Top