Google sta sviluppando abiti interattivi

Mountain View, 2 giugno 2015 – Toccare la manica di una giacca per alzare il volume della musica del proprio smartphone, dare un colpetto alla tasca del pantalone per rispondere al telefono o toccare una tasca e usarla come mouse per rispondere a un messaggio. Sono queste alcune possibili ipotesi dell’utilizzo della nuova frontiera di ricerca a cui sarebbe impegnato Google: realizzare abiti interattivi.

[easy_ad_inject_1]La nuova sfida intrapresa dal colosso di Mountain View si chiama Project Jacquard e ha lo scopo di trasformare tessuti in superfici interattive con apparecchi elettronici che di fatto potrebbero del tutto scomparire all’interno degli stessi abiti.

Joao Wilbert, di Google Creative Lab, impegnato nel progetto spiega che rendendo i tessuti dei vestiti interattivi si permetterà di avere anche “interazioni più naturali”.

Secondo quanto si apprende dalle prime indiscrezioni i prototipi consentono di usare gli abiti come mouse per cliccare sul proprio smartphone, di regolare il volume della musica, o semplicemente accendere le luci di casa.

Google produrrebbe solo la tecnologia e non anche l’abbigliamento per il quale sarebbe stato già individuato un partner come già avvenuto per i Google Glass e l’accordo con Luxottica.
[easy_ad_inject_2]

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it