Hacking Team. Gravi danni ad inchieste in corso anche a quelle sul terrorismo

Roma, 2 agosto 2015 – L’attacco informatico ad Hacking Team avrebbe creato danni importanti per le inchieste in corso, anche quelle sul terrorismo. Alessandro Pansa, capo della Polizia, accompagnato dal capo della polizia postale, in un audizione al Copasir (Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica) ha riferito di un grave danno alle inchieste in corso, specialmente a quelle riguardanti il terrorismo per effetto dell’attacco hacker subito dalla società Hacking Team e la conseguente pubblicazione in rete del codice sorgente del software HT.

[easy_ad_inject_1] I danni sarebbero derivati dal fatto che anche la polizia postale utilizzava dal 2004 un software-spia creato proprio dalla Hacking Team, azienda con sede Milano che vende servizi di intrusione offensiva e sorveglianza a governi ed organi di polizia.

La conseguenza, ha spiegato Pansa, è che molte inchieste sono state bloccate in modo duraturo e al momento nessuna azienda italiana sarebbe in grado di fornire un servizio simile a quello che la Hacking Team metteva a disposizione della polizia e delle altre forze dell’ordine e dunque per ora non può essere neanche sostituito.

Il Copasir ascolterà sull’argomento la prossima settimana anche il Ministro della Giustizia Orlando con riferimento al fatto che anche società esterne al ministero della Giustizia utilizzavano il software dell’azienda milanese. Convocati al Copasir per essere ascoltato anche i comandanti generali di Carabinieri, Tullio Del Sette e Guardia di finanza, Saverio Capolupo. Anche Arma e Gdf, forze dell’ordine che si servivano dello stesso software.

[easy_ad_inject_2]

Autore: Donato Paolino

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *