You are here
Home > Spettacoli > I Ricchi e Poveri diventano più poveri: Franco Gatti “il baffo” lascia il gruppo.

I Ricchi e Poveri diventano più poveri: Franco Gatti “il baffo” lascia il gruppo.

Fallback Image

Franco Gatti lascia i Ricchi e Poveri: “Ho deciso di dedicarmi di più alla famiglia”.

Il quartetto genovese dei Ricchi e Poveri degli anni ’70 (quello di Che sarà), diventato terzetto dopo l’uscita di Marina Occhiena nell’81 e macinando altri celebri successi come “Sarà perché ti amo” e “Mamma Maria”, ora diventa un duetto canoro per l’uscita dal gruppo di Franco Gatti dopo quasi cinquant’anni di attività insieme agli altri due componenti, per dedicarsi appieno alla sua famiglia.

Franco Gatti, voce intensa e profondità dal timbro unico, spiega: “Dopo tanti anni di splendido lavoro insieme, ho deciso di dedicarmi di più alla mia famiglia, una semplice scelta di vita. Auguro ai miei meravigliosi compagni ancora tanti anni di successi”.

La reazione dei colleghi: “Lo ringraziamo per la professionalità e per l’amicizia dimostrata in quasi cinquant’anni di vita artistica insieme” riferiscono ai media Angela Brambati e Angelo Sotgiu. “Noi restiamo sul palco perché questa è la nostra vita” aggiungono.

La prossima apparizione dei Ricchi e Poveri nella nuova configurazione è prevista per domani sera su Raiuno a “I migliori anni” condotto da Carlo Conti e probabilmente conosceremo ulteriori particolari.

Nel 2013 Franco Gatti riceveva con i suoi colleghi il Premio alla Carriera al Festival di Sanremo, celebrazione dei 22 milioni di dischi venduti, evento però funestato dalla tragica notizia della morte prematura di Alessio, figlio 22enne di Franco, trovato senza vita nella sua abitazione di Nervi.

Ai funerali, i Ricchi e Poveri, per una volta, tornano ad essere in quattro. Infatti, con Franco Gatti, oltre ai compagni di una vita Angelo Sotgiu e Angela Brambati, c’è Marina Occhiena. A seguito di questo dolore, annullano anche le date del loro tour del mese di febbraio. Riprendono, poi, a marzo con serate in giro per l’Italia e all’estero.

Ricchi e Poveri tra i simboli musicali di Sanremo – A Sanremo i Ricchi e Poveri raggiungono il secondo posto nel 1970 e nel 1971 e nel 1978 rappresentano l’Italia all’Eurovision Song Contest con Questo amore.

Nel 1981 Marina Occhiena lascia il gruppo e il trio prosegue l’attività canora arrivando a vincere nel 1985 il Festival della canzone italiana con “Se m’innamoro”.

Fabrizio de André – Il primo a credere in loro è stato Fabrizio De André, che organizza loro un’audizione presso una casa discografica milanese. Il provino non viene superato ma De André li esorta a non arrendersi e commenta la decisione dei discografici con le seguenti parole: “Questi di musica non capiscono nulla, ma voi avrete comunque successo”.

Perché si chiamano Ricchi e Poveri? – Fu il cantautore romano Franco Califano a suggerire loro il nome di Ricchi e Poveri: “Siete ricchi di idee e poveri di soldi”, disse diventando loro produttore.

Vincent Dimaggio
Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it
http://www.notiziefree.it

Similar Articles

Lascia un commento


Top