You are here
Home > Scienza e Tecnologia > Il 2015 segna un anno da record negativo per i fulmini caduti. Le Regioni più colpite

Il 2015 segna un anno da record negativo per i fulmini caduti. Le Regioni più colpite

Fallback Image

Torino, 4 agosto 2015 – Il 2015 sta facendo segnare un anno da record negativo per il numero di fulmini caduti sull’Italia. Lo rivelano i dati raccolti dalle rete Sirf del Cesi, il Centro elettrotecnico sperimentale italiano, che fa parte della rete pan-europea Euclid.

[easy_ad_inject_1]La Toscana è la regione più colpita negli ultimi 15 anni con oltre 808.395 fulmini caduti su una superficie di 25 mila 394 chilometri quadrati, mentre segna un calo per i primi sette mesi di quest’anno con 76.665 fulmini, seguita dal Piemonte dove le scariche elettriche sono state 96.092, il 134% in più rispetto all’anno scorso. In Liguria sono stati registrati 7.775 fulmini, rispetto ai 12.005 dello stesso periodo del 2014, segnando un calo del 35%. Ultima il Molise.

L’anno in corso sta dunque facendo registrare un netto calo di questo fenomeno in Italia. Secondo i dati diffusi dal Cesi, infatti, sono caduti in totale sul nostro Paese, nei primi sette mesi del 2015, 408.831 fulmini, in diminuzione rispetto al 2014 che, al contrario, sarà ricordato come l’anno peggiore dal 2000, con circa 3,2 milioni di fulmini caduti, molti dei quali ad altissima intensità, rispetto a circa 1,7 milioni nel 2013.

Ma vediamo quali sono le regole di comportamento da osservare per evitare incidenti durante la caduta di fulmini:
1. tenersi lontani da un albero, una torre o un traliccio in quanto ogni oggetto con un’elevazione predominante rispetto all’area circostante ha una maggior probabilità di essere colpito dal fulmine.
2. la corrente del fulmine dopo aver colpito il suo bersaglio si disperde nel terreno, quindi se si è in vicinanza della struttura colpita e si è a contatto col suolo si può venire in contatto con la corrente di dispersione e subire dei danni.
3. il fulmine può raggiungere anche l’interno degli edifici se questi sono collegati a strutture esterne (come l’antenna televisiva), percorrendo i cavi elettrici o altre strutture metalliche.
4. un luogo chiuso, soprattutto se metallico, come le automobili, o in cemento armato, come le case, è una “gabbia” sicura, purché non ci siano possibilità di condurre il fulmine dall’esterno all’interno.

I fulmini, spiegano gli esperti del Cesi, sono delle scariche elettriche transitorie con alta intensità di corrente. Il fulmine avviene nell’atmosfera e si presenta ai nostri occhi come una traccia luminosa. Questo accade quando in una regione dell’atmosfera si raggiunge una differenza di potenziale sufficiente perchè il campo elettrico associato possa causare la rottura del dielettrico (aria).

[easy_ad_inject_2]
Vincent Dimaggio
Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it
http://www.notiziefree.it

Similar Articles

Lascia un commento


Top