Il Dl enti locali è legge: ecco cosa prevede, a partire dai tagli alla Sanità

Roma, 5 agosto 2015 – La Camera dei Deputati ha approvato in via definitiva il Dl sugli enti locali che ora è legge. Il disegno di legge di conversione, su cui si sono espressi i deputati chiamati ad esprimere il loro voto di fiducia al Governo, è stato approvato, senza emendamenti, con 295 voti a favore e 129 contro.

[easy_ad_inject_1]La legge contiene disposizioni urgenti in materia di enti territoriali per i bilanci di Comuni e Province, alla luce della riforma prevista dalla legge Delrio, e che riguardano oltre ai tagli alla Sanità per 2,3 miliardi di euro, anche l’assunzione di 2500 agenti delle forze di polizia in vista del Giubileo straordinario indetto da Papa Francesco.

Ma vediamo nel dettaglio le principali misure introdotte con la nuova legge.

Tagli alla Sanità. Viene recepita l’intesa sancita dalla Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano in data 2 luglio 2015 che prevede una riduzione del livello complessivo del finanziamento del Servizio sanitario nazionale, pari a 2,352 milioni di euro annui, a decorrere dal 2015. Per quanto riguarda la spesa per l’acquisto di beni e servizi nel settore sanitario, per dispositivi medici e per farmaci, si introducono nuove norme che impongono una rinegoziazione da parte degli enti ed aziende del Servizio sanitario nazionale dei contratti in essere con i fornitori dei beni e servizi, con la possibilità, in caso di esito negativo della rinegoziazione, di risolvere il contratto. L’obiettivo è una riduzione, su base annua, del 5 per cento del valore complessivo dei contratti in corso.

Prescrizioni mediche superflue. La legge introduce multe per i medici che prescrivono esami superflui ai pazienti.

Nuove assunzioni all’Aifa. Nei tre anni a partire dal 2016 la legge prevede l’assunzione di personale a tempo indeterminato in numero non superiore a 241.

Lavori socialmente utili. Soltanto per la Regione calabria, la legge introduce una norma ad hoc per risolvere la vertenza in atto con circa 5 mila lavoratori socialmente utili.

Autodromo di Monza. La defiscalizzazione dell’autodromo consentirà alla Lombardia di investire 20 milioni di euro e non dovrà più rinunciare al Gran Premio d’Italia.

Servizi Impiego. E’ previsto lo stanziamento di un fondo di 90 milioni di euro destinato alle Regioni per sostenere il funzionamento dei servizi per l’impiego.

Asili nido. Abolito il blocco assunzioni per il personale dei servizi educativi e scolastici comunali conseguente alla riforma delle Province. I Comuni ora potranno indire i concorsi per assumere i professionisti necessari al funzionamento di asili nido e scuole d’infanzia.

Concessioni demanio. Vengono prorogate al 31 dicembre 2016 le concessioni per l’utilizzazione delle aree di demanio marittimo per finalità diverse da quelle turistico-ricreative, cantieristica navale, pesca e acquacoltura, in essere al 31 dicembre 2013.

[easy_ad_inject_2]

Autore: Donato Paolino

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *