Ilva di Taranto. 47 rinvii a giudizio, anche Nichi Vendola: “Coscienza pulita”

Taranto, 23 luglio 2015 – Il gup del tribunale di Taranto, Vilma Gilli, ha rinviato a giudizio 44 persone fisiche e tre società per il presunto disastro ambientale provocato dall’Ilva, oltre a due condanne con il rito abbreviato.

[easy_ad_inject_1] Tra gli imputati rinviati a giudizio spunta anche il nome dell’ex presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola per il quale l’accusa è di concussione aggravata in concorso.

Nichi Vendola: coscienza pulita – “E’un’accusa che cancella la verità storica dei fatti – ha dichiarato l’ex presidente della Regione Puglia – Io ho rappresentato la prima e unica classe dirigente che ha sfidato l’onnipotenza dell’Ilva e ha prodotto leggi regionali all’avanguardia per il contrasto all’inquinamento ambientale”, spiega Vendola. “Vado a processo con la coscienza pulita, di chi sa di aver sempre operato per il bene comune”.

Intanto c’è preoccupazione per la chiusura annunciata del secondo altoforno dello stabilimento di Taranto.

Longobardi (Unimpresa): Siamo fortemente preoccupati per le vicende Ilva – “Siamo fortemente preoccupati per la vicenda dell’Ilva di Taranto e soprattutto per il rischio di chiusura del secondo altoforno. Tutta la questione, se non risolta rapidamente, può cagionare effetti negativi sull’intera economia italiana e sulla ripresa.” E’ quanto dichiara il presidente di Unimpresa, Paolo Longobardi in riferimento all’ipotesi di chiusura del secondo altoforno dell’Ilva di Taranto.

“Il caso Ilva, – prosegue Longobardi – visto da osservatori esterni, disincentiva gli investimenti esteri e pure quelli degli imprenditori italiani, entrambi impauriti dalla gestione di una vicenda complessa e resa ancora più contorta dalla frapposizione di vari livelli della pubblica amministrazione e delle istituzioni”.

[easy_ad_inject_2]

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l’autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore..
Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *