Imperia. Tragedia Papeete Beach: indagati i due bagnini per omicidio colposo in concorso

[easy_ad_inject_1] Imperia, 28 luglio 2015 – Ci sono sviluppi sulla tragedia avvenuta al “Papeete Beach” dove lo scorso sabato è morto annegato l’imprenditore Dianese di 50 anni Mauro Feola, tuffatosi in mare per salvare il figlio di 15 anni in difficoltà nel mare agitato.

La Procura di Imperia ha iscritto nel registro degli indagati i due bagnini dello stabilimento balneare “Papeete”. Si tratta di Aldo De Notaris, 65 anni, e Caterina Pandolfi, 19 anni, accusati di omicidio colposo in concorso per condotta omissiva.

In particolare i magistrati vogliono verificare il comportamento dei bagnini per capire se tutto è stato fatto per cercare di salvare l’uomo. Ieri sono stati ascoltati dalla Capitaneria di Porto alcuni testimoni oculari e i due pescatori che assieme al sottufficiale della Marina fuori servizio si sono gettati in acqua per tentare di salvare la vittima.

[easy_ad_inject_2]

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *