Impotenza. Bere caffè fa bene all’amore: caffeina nemica della disfunzione erettile

Houston (Texas), 22 maggio 2015 – Il caffè segna un altro punto a suo favore rivelandosi un ottimo alleato anche per contrastare l’impotenza. Gli uomini che bevono due o tre tazze di caffè al giorno avrebbero meno probabilità di soffrire di disfunzione erettile. E’ quanto emerge da uno studio condotto dai ricercatori della University of Texas Health Science Center a Houston, in Texas (USA).

[easy_ad_inject_1]Il team di ricercatori ha scoperto che gli uomini che consumano tra gli 85 e i 170 milligrammi di caffeina al giorno, hanno più probabilità di avere una tranquilla vita sessuale rispetto a quelli che consumano meno caffè o che non ne bevono affatto, avendo il 42% di probabilità in meno di soffrire di disfunzione erettile. Dai risultati ottenuti è emerso inoltre che chi consuma dai 171 ai 303 milligrammi di caffeina, avrebbe invece il 39% di possibilità in meno di avere problemi di impotenza.

Gli autori dello studio ritengono che la caffeina può aiutare a contrastare l’impotenza perché rilassa alcune arterie e muscoli nel pene, migliorando il flusso di sangue e la capacità di avere un’erezione.

“Il meccanismo biologico suggerisce che la caffeina innesca una serie di effetti farmacologici che portano al rilassamento delle arterie del pene e del tessuto del muscolo liscio, aumentando così il flusso sanguigno dell’organo genitale maschile”

spiegano i ricercatori.

Nello studio, il dottor David Lopez e il suo team hanno esaminato i dati su più di 3.700 uomini monitorati dalla US National Health and Nutrition Examination Survey. Gli uomini hanno risposto a questionari in cui si chiedeva loro di riferire il loro consumo di caffeina nelle precedenti 24 ore.

La quantità di caffeina che sembra ridurre il rischio di impotenza è pari a due o tre tazze di caffè al giorno, sostengono i ricercatori.

“Anche se abbiamo visto una riduzione della prevalenza della disfunzione erettile negli uomini obesi, sovrappeso e ipertesi, questo non è successo negli uomini con diabete. Il diabete è uno dei più forti fattori di rischio per la disfunzione erettile, per cui questa non è stata una sorpresa”

ha spiegato David Lopez, autore principale dello studio.

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista PLoS ONE.

Secondo i dati raccolti nella ricerca, la disfunzione erettile colpisce oltre il 18% degli uomini americani dai 20 anni in su.

[easy_ad_inject_2]

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *