Inghilterra. Medici contro bevande zuccherate: una super tassa per limitarne il consumo

Londra (Regno Unito), 14 luglio 2015 – I medici britannici si schierano ancora una volta contro il consumo di bevande zuccherate, in particolare contro le bibite gassate che, con il loro elevato contenuto di zuccheri, contribuirebbero ad aumentare l’obesità e il rischio di morte prematura. Stavolta a scendere in campo sono i medici della British Medical Association (Bma) che propongono l’introduzione di una super tassa del 20% su tutte le bevande a base di zucchero, di solito gassate, e a destinare le entrate in sussidi volti ad incentivare l’acquisto di frutta e verdura.

[easy_ad_inject_1]Il rapporto della British Medical Association richiede un’azione normativa dura per tutta una serie di questioni, dalla tassazione ad un giro di vite sulla commercializzazione di cibo malsano e bevande ai bambini, oltre a norme obbligatorie sugli alimenti disponibili in tutte le scuole e divieti nei punti vendita dei fast food.

“I medici sono sempre più preoccupati per l’impatto di una dieta povera, che è responsabile di oltre 70.000 morti all’anno, e ha il maggiore impatto sul bilancio del sistema sanitario nazionale, oltre 6 miliardi di sterline l’anno. Le bevande zuccherate sono molto ricche di calorie ma di scarso valore nutrizionale e la gente nel Regno Unito sta già consumando troppo zucchero. siamo sempre più preoccupati per il modo in cui un’elevata assunzione di zuccheri contribuisce ad aumentare il rischio di patologie come il diabete”

ha detto la professoressa Sheila Hollins, presidente del consiglio di BMA Science.

Una portavoce del premier David Cameron, che più volte si è opposto a una tassa extra su questo tipo di consumi, ha assicurato che l’esecutivo condivide la preoccupazione dei medici, ma non crede che ci sia una singola arma decisiva per affrontarla. Il governo starebbe valutando altri modi per la lotta contro l’obesità, ha detto il portavoce.

Il governo britannico avrebbe, dunque, confermato che non sta considerando una tassa su prodotti a base di zucchero.

“Affrontare l’obesità è di grande interesse per questo governo, e ci siamo già impegnati a mettere a punto una strategia per combattere l’obesità infantile. Non abbiamo una bacchetta magica ma vogliamo fare in modo che l’industria si evolva verso una riduzione della quantità di zucchero contenuta nel cibo e nelle bevande in modo che le persone possono fare scelte più sane”

ha detto un portavoce del Dipartimento di Sanità.

Ma i medici britannici insistono nel lanciare l’appello e continuano le loro battaglie contro l’obesità e il modo malsano di mangiare che si sta diffondendo sempre di più tra la popolazione.

“Sappiamo da esperienze in altri paesi che la tassazione sui prodotti alimentari e le bevande non aiutano a migliorare i risultati sulla salute, ma la più forte evidenza di efficacia è una tassa sulle bevande zuccherate. Se si introduce una tassa di almeno il 20%, si potrebbe ridurre la prevalenza di obesità nel Regno Unito da circa 180.000 persone”

ha detto la Hollins.

[easy_ad_inject_2]

Un pensiero riguardo “Inghilterra. Medici contro bevande zuccherate: una super tassa per limitarne il consumo”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *