Primo giorno di scuola per 9 milioni di studenti. Ministro Giannini:”E’ un anno speciale”. Save the children:”il 45% dell scuole è inagibile”

Roma, 14 settembre 2015 – Sveglia presto per nove milioni di studenti. Stamattina per i 7.861.925 ragazzi iscritti alla scuola statale e gli oltre 960.000 studenti delle paritarie è suonata ufficialmente la campanella del primo giorno di scuola dell’anno scolastico 2015-2016.

[easy_ad_inject_1] Oggi tutte le scuole tranne una che si trova in una zona a rischio, saranno aperte anche a Genova, dove nella notte si è abbattuto un violento nubifragio.
Secondo le stime del Ministero dell’Istruzione le classi sono 369.902 distribuite in 8.384 istituti.

Fra le regioni con più alunni si annovera la Lombardia seguita dalla Campania, Sicilia e Lazio.

Vedi: Calendario scolastico, vacanze di Natale, di Pasqua e fine anno scolastico.

Il Ministro dell’Istruzione, Stefania Giannini ha inviato il suo augurio al mondo della scuola: “Un augurio al mondo della scuola, a 9 milioni di studenti e un milione tra insegnanti e personale, che serve per far funzionare al meglio i nostri istituti. E’ un anno speciale: abbiamo fatto un enorme sforzo affinché siate protagonisti” ha detto il ministro parlando di un potenziamento di materie come matematica, lingue straniere, arte e musica.

“Il processo di assunzioni limita la mobilità dei docenti, ma gli insegnanti vanno dove sono gli studenti”, ha aggiunto il ministro.

Save the children lancia l’allarme: il 45% dell scuole è inagibile – E’ quanto emerge dal rapporto dell’organizzazione non governativa Save the children intitolato “Illuminiamo il futuro 2030-obiettivi per liberare i bimbi dalla povertà educativa” dove tra l’altro si legge che quasi il 50% dei minori nel 2014 non ha letto un libro, il 55,2% non ha visitato un museo, il 45,5% non ha fatto sport, mentre il 45% delle scuole è priva di certificato di agibilità.

Inoltre il 25% dei ragazzi 15enni (il 44,2% al Sud) è sotto la soglia minima di competenze in matematica e quasi 1 su 5 in lettura (il 42% al Sud). Il 60% degli studenti frequenta scuole non adeguate a garantire la qualità dell’apprendimento.

[easy_ad_inject_2]

Autore: Donato Paolino

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *