Intercettazioni Renzi-Adinolfi su Letta. Maria Elena Boschi: “nulla di segreto, nulla di nuovo”

Roma, 16 luglio 2015 – Il ministro per i Rapporti con il Parlamenti, Maria Elena Boschi, rispondendo ad alcune interrogazioni parlamentari, ha difeso il premier in merito alle intercettazioni telefoniche tra Matteo Renzi quando era ancora sindaco di Firenze e il generale Adinolfi, durante le ultime settimane in cui alla Presidenza del Consiglio c’era Enrico Letta, protagonista dei dialoghi telefonici e dimessosi appena un mese dopo per dare il cambio proprio a Renzi.

[easy_ad_inject_1]Contro le intercettazioni pubblicate dal Fatto Quotidiano si schiera il Ministro Maria Elena Boschi che ha tra l’altro detto:

“E’ grave che intercettazioni senza rilevanza penale siano state pubblicate, siano finite su un giornale”.

Poi spiega:

“Non c’è nulla di segreto, nulla di nascosto, nulla di nuovo, soprattutto”. “Quello che è grave è che intercettazioni che non hanno alcuna rilevanza penale anziché essere stralciate siano finite ad un giornale e siano state pubblicate. Su questo e cioè sull’ipotesi di stralcio-non stralcio sono in atto delle verifiche per accertare eventuali responsabilità. Il ministro della Giustizia ha disposto dei primi accertamenti chiedendo all’Ispettorato generale di procedere in questo senso e il Procuratore generale presso la Cassazione ha aperto un fascicolo proprio per verificare se ci sono responsabilità. Purtroppo non è la prima volta che succede, speriamo che sia l’ultima”

[easy_ad_inject_2]

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *