Isis. Nuovo video su distruzione statue assire di Hatra

isis statue Hatra

Roma, 4 aprile 2015 – Spunta ancora un video sulla distruzione statue di Hatra con kalashnikov e picconate da parte dell‘Isis, distruzione che colpì il mondo occidentale per il valore inestimabile culturale di tali opere millenarie.

Su internet sarebbe stato diffuso un nuovo video che mostrerebbe la distruzione delle statue presenti nell’antica città di Hatra con pesanti martelli e raffiche di kalashnikov.

Il video dovrebbe far riferimento alle distruzioni di fine febbraio quando a finire sotto i violenti picconi dell’Isis furono le opere d’arte di immenso valore nei luoghi della “culla della civiltà” mondiale, la Mesopotamia nell’odierna Iraq. Insieme alle statue di Hatra l’Isis si accanì il museo di Mosul e il museo della Porta di Nergal a Ninive, l’antica capitale dell’impero assiro.

[easy_ad_inject_1]Ma fu Samuel Andrew Hardy, specialista nel mercato nero dei manufatti che insegna all’Università americana di Roma, in una intervista a “Il Giornale” a rivelare che sotto i colpi dei miliziani jihadisti finirono anche sette statue del sito di Hatra, patrimonio dell’umanità dell’Unesco e altri dell’antica Ninive.

Un primo video diffuso in rete a fine febbraio mostrava statue e bassorilievi antichi abbattuti da uomini barbuti che poi vi si accaniscono con il martello pneumatico. “In nome di Maometto” si sente dire nel video che mostra la distruzione di opere di immenso valore storico solo perché accusate di essere idolatre.

Eleanor Robson, professoressa di Storia del Vicino Oriente antico al British Institute for the Study of Iraq, disse alla Bbc che alcuni dei manufatti sarebbero “repliche moderne” e come lei anche Mark Altaweel, dell’Istituto di archeologia dell’University College di Londra. Ciò non toglie, ha messo in chiaro la Robson, che senza dubbio sono stati distrutti pezzi unici di almeno due civiltà mesopotamiche.

Questo nuovo video diffuso in rete, e che noi non riproponiamo per non aderire alla propaganda Isis, getta senz’altro ancora una volta un velo di orrore e tristezza nelle persone che hanno sensibilità sul valore delle opere della cultura mondiale, opere di inestimabile valore da preservare per molti, opere “idolatre” e pertanto vanno distrutti per i terroristi (anche mediatici) dell’Isis.

[easy_ad_inject_2]

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *