Islamici e cristiani insieme nelle chiese per la pace: “No al terrorismo”

cristiani musulmani

Cristiani e musulmani insieme per la pace e per dire no al terrorismo e al fondamentalismo. La religione non può essere odio e l’unico Dio non può volere la guerra ma solo pace e misericordia. E’ questo il concetto di base che di fronte alla violenza dei fondamentalisti islamici sta sempre più unendo milioni di cattolici e di islamici in una fratellanza ecumenica per la pace che in queste ore si sta concretizzando in una presenza concreta insieme nelle chiese italiane.

Un atto di coraggio che vuole togliere ogni divisione tra fratelli per affermare il concetto di pace e misericordia.

Musulmani e cattolici insieme a Napoli per la Pace: il Duomo di Napoli è diventata oggi casa della pace. All funzione religiosa ha partecipato una delegazione della Federazione Campania della Confederazione Islamica, in segno di solidarietà con i cristiani dopo l’efferato omicidio di padre Hamel a Rouen in Normandia avvenuto lo scorso 26 luglio nella chiesa di Saint Etienne du Rouvray.

“Insieme ai fratelli musulmani che sono qui ad allietare questa celebrazione, chiediamo al Signore il dono della pace” ha detto il Vescovo ausiliario di Napoli, mons. Acampa, aprendo la messa nella Cappella del Tesoro di San Gennaro del Duomo del capoluogo partenopeo.

Imam di Milano: tesimonianza concreta di Fratellanza:
La partecipazione delle comunità islamiche alla santa messa, dopo i fatti di Rouen, “è una testimonianza concreta di fratellanza con il cristianesimo. Un saluto fraterno in nome del Dio unico nel quale tutti ci riconosciamo. Grazie per avere accolto la nostra comunità” ha detto l’imam Bottiglioni alla messa a S.Maria del Caravaggio di Milano.

Scambio di pace tra cristiani e musulmani nella Cattedrale di S. Lorenzo a Genova. e fedi unite in preghiera a Santa Maria in Trastevere, a Roma: “Qui siamo a casa”, ha detto uno dei tre imam.

Imam di Trieste: Il terrorismo non è Islam – “L’Islam è una religione di pace che ci unisce alle altri fedi”. E’ questa una parte del messaggio dell’imam di Trieste, Nadir Akkad, portato nella chiesa di Notre Dame de Sion, dove si sono riunite la comunità cattolica, la musulmana e la serbo-ortodossa per dire no al terrorismo. “Siamo vicini ai nostri fratelli cristiani, chi tocca un uomo di Dio tocca un imam”,ha detto.

A Torino cattolici e musulmani insieme nella messa alla Consolata.“La pace richiede collaborazione di tutti” ha detto l’officiante.

Il ministro Gentiloni ha ringraziato pubblicamente gli italiani islamici: “Grazie a tutti quegli italiani di religione islamica che indicano alle loro comunità la via del coraggio contro il fondamentalismo”. E’ quanto ha scritto su twitter il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni nel giorno in cui i musulmani sono chiamati a recarsi in chiesa come gesto di solidarietà dopo l’uccisione del parroco a Saint Etienne du Rouvray in Francia.

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *