Istat. Lavoro: retribuzioni +1,2% su anno

Roma, 25 settembre 2015 – Migliorano i dati di agosto sulle retribuzioni contrattuali orarie, che pur rimanendo invariate rispetto al mese precedente, segnano un aumento dell’1,2% rispetto ad agosto 2014.

[easy_ad_inject_1] E’ quanto rivela l’Istat, l’Istituzione Nazionale di Statistica, secondo i cui dati l’incremento tendenziale è dell’1,7% nel settore privato e nullo nella Pubblica amministrazione a causa del blocco dei contratti.

L’Istat specifica inoltre che i settori che “ad agosto presentano gli incrementi tendenziali maggiori sono: agricoltura (4,0%); energia e petroli, estrazione minerali, gomma, plastica e lavorazione minerali non metalliferi (3,0%); metalmeccanica (2,7%). Si registrano variazioni nulle nei settori del credito e assicurazioni, degli alimentari, bevande e tabacco e in tutti i comparti della pubblica amministrazione.”

Sempre secondo l’Istat sono 4,9 milioni i dipendenti in attesa del rinnovo del contratto, oltre 1 su e 3 (38% nel totale dell’economia). E di questi solo 2,9 milioni lavorano nella P.A.. L’attesa è in media di 56,3 mesi.
[easy_ad_inject_2]

Autore: Donato Paolino

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *