Italicum. Renzi sostituisce parlamentari in commissione e va avanti per la sua strada

Roma, 21 Aprile 2015 – C’è sgomento negli ambienti del Parlamento per la decisione del Partito Democratico, del quale è segretario Matteo Renzi, di sostituire in Commissione Affari Costituzionali della Camera una decina di parlamentari che appartengono alla minoranza dem. A quanto si apprende saranno sostituiti Andrea Giorgis, Alfredo D’Attorre, Marilena Fabbri,Roberta Agostini, Enzo Lattuca, Gianni Cuperlo, Pier Luigi Bersani, Barbara Pollastrini, Rosy Bindi e Marco Meloni, tutti parlamentari che hanno avuto posizioni molto critiche sulla riforma elettorale.

Renzi mira così a sveltire l’esame dell’Italicum in Commissione alla Camera dove sono previsti soltanto 135 emendamenti dei quali una cinquantina inammissibili.

Rosy Bindi, es presidente del PD, attualmente tra gli esclusi, ha dichiarato: “Essere sostituiti in dieci, è una sostituzione di massa. Ho presentato alcuni emendamenti ma il partito, il gruppo, ha deciso che la legge elettorale andasse approvata così com’è. E’ evidente che il gruppo esercita la sovranità perché il regolamento lo consente e può sostituire i membri della commissione; ma il dibattito è rimandato in aula dove io e gli altri presenteremo emendamenti. Il fatto si commenta da solo capisco che questo passaggio era inevitabile, in un certo senso, e tutto è rinviato all’aula. In questo partito credo di avere ancora diritto di cittadinanza più di qualcun altro”.

[easy_ad_inject_1]Stefano Fassina, anch’egli appartenente alla minoranza Dem ha dichiarato “E’ un fatto grave, conseguenza dell’indisponibilità da parte del presidente del Consiglio a riconoscere le correzioni necessarie affinché il pacchetto” Italicum-riforma del senato “non porti ad un presidenzialismo di fatto senza contrappesi” che porterebbe ad una “regressione” della qualità della democrazia.

Renzi difende le riforme: “Abbiamo concesso molte modifiche, ma non si può ripartire tutte le volte da capo, come da vizio italico. Abbiamo lavorato un anno e un mese, ci siamo. Poi per carità si può sempre migliorare: non esiste la legge perfetta ma questa è una legge che elimina gli inciuci, il potere di ricatto, dà un governo stabile. È un elemento di credibilità. Ci saranno leggi migliori, ma non si può avere tutto dalla vita”. Così il premier Matteo Renzi a Rtl, risponde a chi chiede di modificare la legge elettorale. “Le posizioni sulla legge elettorale mi ricordano il testo della canzone ‘Cara ti amo’, di Elio e le storie tese”, scherza. “Fiducia? Lo vedremo al momento della discussione parlamentare. Ora siamo a un passo” dall’approvazione “manca lo sprint finale, lo faremo sui pedali a testa alta”.

Il Movimento 5 Stelle e Scelta civica non ci stanno sulla sostituzione dei deputati della minoranza e minacciano di uscire dalla commissione ed il ritiro dei loto emendamenti. Poco male per Renzi che anche in direzione PD è abituato a votazioni all’unanimità senza la presenza degli oppositori.
Danilo Toninelli, portavoce del gruppo M5S della Camera ha scritto su twitter: “Inutile partecipare a farsa con burattini che dicono sì a comando”.

Intanto si fa più probabile la fiducia in aula per l’approvazione della legge elettorale. Improbabile che i deputati PD sostituiti appoggino la legge elettorale e l’opposizione approfitterà per far cadere la legge a meno che Renzi non serri i ranghi dei suoi alleati di governo e ponga la questione di fiducia.

Non esclusa la sponda di Forza Italia ed in particolare dei deputati che sono fedeli a Denis Verdini che potrebbe aiutare il Renzi ad approvare comunque la legge anche senza i voti della minoranza dem. Ovviamente se ciò accadrà non sarà resa nota l’eventuale contropartita.

[easy_ad_inject_2]

Autore: Donato Paolino

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *