Italicum. Serracchiani: senza riforme andiamo al Quirinale

Roma, 28 Aprile 2015 – “Cadrà il governo sulla legge elettorale? Noi ci siamo impegnati a fare le riforme e se non riusciamo a farle è giusto anche che andiamo dal presidente della Repubblica a dire qual è la situazione”. Lo ha detto il vicesegretario del PD, Debora Serracchiani, a 24Mattino in onda su Radio 24 a proposito dell’ Italicum in queste ore in discussione a Montecitorio.

[easy_ad_inject_1]Serracchiani riprende quanto già dichiarato qualche giorno fa dal premier Matteo Renzi nel giorno della festa della liberazione e conferma l’importanza della conta dei voti sulle pregiudiziali di costituzionalità all’Italicum per la valutazione da parte del premier Renzi di chiedere o meno la fiducia sulla legge elettorale. Si tratta di votazioni delicate, visto che si terranno a scrutinio segreto. Se le pregiudiziali fossero approvate, equivarrebbero praticamente all’affossamento dell’Italicum.”

“Stiamo tentando in tutti i modi di evitare la fiducia, ma è evidente che il governo farà le sue valutazioni anche alla luce dell’esito della giornata di oggi, in cui ci saranno dei passaggi fondamentali. Abbiamo impostato tante riforme, alcune siamo riusciti già a definirle, altre sono in dirittura di arrivo; abbiamo sempre detto che la riforma elettorale era una delle più importanti ed è chiaro che non è in ballo solo la dignità del Pd, ma anche la tenuta del governo. Rispetto alla fiducia molto conterà anche la posizione delle altre forze politiche. Non ci dimentichiamo che alcune di queste, che hanno votato il medesimo testo al Senato, oggi sembrano incoerentemente non volerlo fare più. Per esempio Forza Italia”.

Sulla eventualità di un‘uscita dall’aula dell’ex segretario Pier Luigi Bersani durante il voto alla Camera per l’Italicum, Serracchiani dichiara:

“Sono personalmente dispiaciuta che si sia arrivati a questo punto, soprattutto parlando di Bersani, lo stesso segretario nazionale che ha fatto sottoscrivere ai candidati alle elezioni del 2013 che si sarebbero impegnati a rispettare le decisioni della maggioranza del gruppo parlamentare. Mi auguro che le questioni personali non superino le questioni politiche. Tenga presente che è lo stesso segretario nazionale che ha fatto sottoscrivere ai parlamentari alle elezioni del 2013 che si sarebbero impegnati a rispettare le decisioni della maggioranza del gruppo parlamentare. Mi auguro che le questioni personali non superino le questioni politiche”.

[easy_ad_inject_2]

Autore: Donato Paolino

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *