Justine Mattera ricattata sui social da finto Franco Trentalance: frasi piccanti e confessioni intime

Si attende il rinvio a giudizio del giovane siciliano che avrebbe ricattato via chat la showgirl Justine Mattera dopo essersi finto per il suo amico attore Franco Trentalance.

Milano, 13 gennaio 2016 – Justine Mattera, showgirl, attrice, conduttrice radiofonica e televisiva statunitense, ex moglie di Paolo Limiti, sarebbe stata ricattata su Facebook da un 25enne che si è finto il suo amico Franco Trentalance.

A quanto si apprende il giovane, descritto dai media locali come un disoccupato della provincia di Messina, si sarebbe presentato sul noto social network nei panni virtuali di due vip, per chattare con altrettante donne note.

Nel caso di Justine Mattera il giovane si sarebbe dato il profilo dell’attore Franco Trentalance approcciando così via chat Justine Mattera che certa che si trattasse del suo amico si sarebbe lasciata andare in conversazioni con dettagli molto privati.

Tale serie di conversazioni in chat sarebbe andata avanti finché il giovane siciliano si è rivelato deludendo la Mattera e facendola andare su tutte le furie. Il giovane avrebbe quindi ricattato l’attrice “di rendere pubblici i contenuti delle conversazioni ritenute compromettenti” chiedendo di continuare lo scambio di messaggi.

Di tutta risposta la Mattera si è rivolta alla polizia postale che ha indagato e individuato il giovane.

A quanto si apprende dal Giornale il giovane avrebbe usato lo stesso metodo in passato per chattare con la scrittrice Irene Cao fingendosi il ciclista Filippo Pozzato.

Il 25enne è accusato di sostituzione di persona e di tentata violenza privata. Il pm Alessandro Gobbis ha chiuso le indagini e si appresta a chiedere il rinvio a giudizio. I vip sono tutti parti offese.

“Non conosco di preciso cosa si siano detti e scritti – ha dichiarato Franco Trentalance al Resto del Carlino – Ma Justine, mia amica da tanti anni, mi ha raccontato che in qualche conversazione si era lasciata andare a qualche frase piccante e confessione intima. Justine all’inizio credeva davvero di parlare con me, tanto che aveva chiesto anche qualche ‘consiglio’ relativo al mio lavoro. Una cosa che mi accade spesso visto nella vita reale: tante donne e uomini mi scrivono per avere suggerimenti anche a luci rosse. Nei mesi scorsi ho anche pubblicato un videocorso uscito su un sito internet di sviluppo personale chiamato ‘Seduzione magnetica’”.

Per Trentalance i fake su Facebook e i social in genere non sono un fenomeno certo raro: “Solo su Facebook ce ne saranno almeno 40 – dice – ma una cosa così grave non era mai successa. Purtroppo Justine è caduta nel tranello e capisco che la cosa possa essere molto imbarazzante. Tra l’altro ci conosciamo da tanto tempo e conosco bene anche suo marito e i figli. Insomma una situazione molto spiacevole per tutti”.

Polizia. sostituirsi ad un altra persona è illecito – “E’ evidente che il reato di sostituzione di persona è un illecito che con le nuove tecnologie è sempre più in aumento”. Lo ricorda la Polizia nella pagina dedicata ai social network che citando l’art 494 del c.p. (Chiunque, al fine di procurare a sé o ad altri un vantaggio o di arrecare ad altri un danno, induce taluno in errore, sostituendo la propria all’altrui persona, o attribuendo a sé o ad altri un falso nome, o un falso stato, ovvero una qualità a cui la legge attribuisce effetti giuridici, è punito, se il fatto non costituisce un altro delitto contro la fede pubblica, con la reclusione fino a un anno”) precisa che “per la configurazione della fattispecie criminosa è richiesto il dolo specifico (elemento soggettivo), quindi la volontà del reo di indurre qualcuno in errore ed il comportamento deve essere tale da procurare a sè o ad altri un vantaggio ( patrimoniale e non ) o arrecare danno al soggetto a cui è stata sottratta l’identità.”

“E’ evidente quindi che non tutte le condotte di sostituzione di persona sono perseguibili penalmente” – prosegue il tutorial normativo – “il reato si configura: quando l’ altro è tratto in errore sulla identità personale dell’autore quando i comportamenti sono posti in essere con dolo specifico con lo scopo di procurare a sè o ad altri un vantaggio o di recare un danno”

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l’autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore..
Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *