La dieta mediterranea riduce il rischio di malattie cardiache di quasi la metà

San Diego, California (USA), 9 giugno 2015 – La dieta mediterranea fa bene al cuore. E’ quanto emerge dai risultati di uno studio condotto dalla Harokopio University di Atene, in Grecia, presentato nel corso del congresso annuale dell’American College of Cardiology a San Diego, in California (USA). La ricerca, condotta su oltre 2.500 soggetti di età compresa tra i 18 e gli 89 anni, dal 2001 al 2012, ha dimostrato che seguire la dieta mediterranea riduce del 47% il rischio di sviluppare malattie cardiache.

[easy_ad_inject_1]Lo studio avrebbe, inoltre, dimostrato che seguire i principi della dieta mediterranea sarebbe più benefico dell’attività fisica. I risultati ottenuti rafforzano le prove già raccolte in precedenti studi sui benefici alla salute che apporta la dieta mediterranea a qualsiasi età. Proprio in questo risiede l’importanza di questo studio, in quanto ha coinvolto soggetti giovani e anziani, mentre gli studi precedenti si sono basati su persone di mezza età.

“Il nostro studio dimostra che la dieta mediterranea è utile per tutti i tipi di persone, di entrambi i sessi, in tutte le età, e per tutte le persone sia in buona salute che non. E rivela anche che la dieta mediterranea ha benefici diretti per la salute del cuore, in aggiunta ai suoi benefici indiretti nel trattamento di diabete, ipertensione e infiammazione”

ha spiegato Ekavi Georgousopoulou, ricercatore della Harokopio University di Atene, che ha condotto lo studio insieme a Demosthenes B. Panagiotakos, professore presso la stessa università.

I ricercatori hanno analizzato cartelle cliniche, stile di vita e abitudini alimentari dei soggetti coinvolti, all’inizio dello studio, dopo cinque anni e dopo 10 anni. Ne è emerso che, in generale, quasi il 20% degli uomini e il 12% delle donne che hanno partecipato allo studio hanno sviluppato o sono morti di malattie cardiache.

Nel valutare gli stili di alimentazione, i ricercatori hanno osservato che coloro che seguivano la dieta mediterranea, prediligendo alimenti come frutta, verdura, pesce, olio d’oliva, noci, cereali, legumi e anche un bicchiere di vino rosso, avevano il 47% in meno di probabilità di sviluppare una malattia del cuore, rispetto ai partecipanti che seguivano un regime alimentare diverso.

Questa differenza di rischio, osservano i ricercatori, era indipendente da altri fattori di rischio di malattie cardiache come l’età, il fumo, il sesso, il livello di istruzione, l’indice di massa corporea, il diabete, l’ipertensione e il colesterolo. Tutti fattori di cui i ricercatori hanno comunque tenuto conto nel corso dei dieci anni di studio.

“La dieta mediterranea si basa su gruppi di alimenti che sono abbastanza comuni o facile da trovare. Le persone di tutto il mondo potrebbero facilmente adottare questo regime alimentare e aiutare a proteggersi contro le malattie cardiache, con costi molto contenuti”

ha detto Georgousopoulou.

Precedenti ricerche hanno dimostrato che la dieta mediterranea favorisce la perdita di peso, riduce il rischio di diabete, abbassa la pressione sanguigna e i livelli di colesterolo nel sangue, oltre a ridurre il rischio di malattie cardiache.

[easy_ad_inject_2]

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *