You are here
Home > Salute > La felicità dipende dalle dimensioni del precuneo: una piccola area del cervello

La felicità dipende dalle dimensioni del precuneo: una piccola area del cervello

Fallback Image

Kyoto (Giappone), 25 novembre 2015 – Vi siete mai chiesti perché alcune persone riescono ad essere più felici di altre pur avendo a disposizione mezzi limitati per godersi le cose belle della vita? Ebbene, secondo una nuova ricerca il segreto potrebbe risiedere nella dimensione di un’area specifica del cervello, il precuneo, che sarebbe in grado di influire sulla felicità delle persone.

[easy_ad_inject_1]Lo ha scoperto un team di ricercatori dell’Università di Kyoto, in Giappone, guidati dal dottor Wataru Sato, secondo cui la felicità di una persona non dipende solo dalle circostanze della vita, ma anche dalla sua struttura cerebrale.

I ricercatori sostengono che più è grande la dimensione del precuneo più si ha la possibilità di sentirsi bene e appagati e godere di un benessere emotivo maggiore. Per lo studio, il team ha coinvolto 51 persone che hanno risposto ad un questionario contenente domande sul loro stato d’animo per misurare il loro benessere psicologico e valutare quanto si stentissero appagati e soddisfatti della loro vita.

I soggetti coinvolti sono stati poi sottoposti a risonanza magnetica cerebrale per verificare le dimensioni del precuneo in ognuno di loro. Ebbene, dai risultati dell’esame diagnostico è emerso che i soggetti che tendevano ad essere più felici e soddisfatti della propria vita, presentavano un precuneo più esteso rispetto agli altri.

Il precuneo è una piccola regione del lobo parietale superiore del cervello, nascosta nella fessura mediale longitudinale tra i due emisferi cerebrali, ed è coinvolto nel funzionamento di diverse attività del cervello, come la memoria episodica, l’immaginazione e l’autoriflessione.

“Il nostro studio indica che il modello psicologico ampiamente diffuso, secondo cui la felicità soggettiva dipende da componenti emotive e cognitive, può essere applicato anche alla struttura neuronale. Per quanto sarebbe riduttivo indicare il precuneo come sede della capacità di sentirsi felici, questa ricerca fa un po’ di luce sui circuiti neuronali coinvolti nell’esperienza della felicità. L’identificazione dei substrati neurali alla base felicità soggettiva può fornire una misura oggettiva complementare per questo costrutto soggettivo e il suo meccanismo di elaborazione delle informazioni”

spiega Wataru Sato.

“Questi risultati indicano che gli individui possono essere in grado di aumentare la loro felicità attraverso pratiche che colpiscono i precuneus, come la meditazione. Precedenti studi di neuroimaging strutturale hanno dimostrato che la formazione in attività psicologiche, come la meditazione, ha cambiato la struttura della materia grigia del precuneo. Insieme a questi risultati, i nostri risultati suggeriscono che la formazione psicologica che aumenta efficacemente il volume della materia grigia nel precuneo può aumentare la felicità soggettiva”

dicono i ricercatori.

I risultati della ricerca sono stati pubblicati sulla rivista Scientific Reports.

[easy_ad_inject_2]
Vincent Dimaggio
Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it
http://www.notiziefree.it

Similar Articles

Lascia un commento


Top