You are here
Home > Scienza e Tecnologia > La Nasa annuncia: c’è acqua liquida salata su Marte. Google dedica un doodle

La Nasa annuncia: c’è acqua liquida salata su Marte. Google dedica un doodle

Fallback Image

Washington (USA), 29 settembre 2015 – La Nasa ha annunciato che ci sono prove evidenti della presenza di acqua salata allo stato liquido sul Pianeta rosso, Marte, da sempre ritenuto arido e secco. Ci sarebbero infatti delle evidenti prove scientifiche, che la Nasa definisce “spettrali” che confermano l’ipotesi della presenza di acqua su Marte, grazie a rilevamenti su quattro linee osservate in altrettanti punti differenti della superficie di Marte che evidenziano una “attività attuale di acqua salata”.

[easy_ad_inject_1]Attraverso l’elaborazione delle immagini provenienti dal satellite MRO (Mars Reconnaissance Orbiter), i ricercatori hanno rilevato la presenza di minerali idrati sui pendii dove si vedono delle misteriose striature di colore blu sul Pianeta Rosso. Questi solchi mostrano il flusso e il riflusso dell’acqua che nel corso del tempo si scuriscono e sembrano fluire su pendii ripidi verso le zone più a valle durante le stagioni calde, per poi svanire nelle stagioni più fredde.

Si tratta di piccoli ruscelli che appaiono in diverse località su Marte quando le temperature sono superiori a meno 10 gradi Fahrenheit (meno 23 gradi Celsius), e scompaiono, a volte con il freddo. Questi flussi in discesa, spiega la Nasa, sono stati spesso associati alla presenza di acqua allo stato liquido. I nuovi risultati, che presentano il rilievo di sali idratati, comproverebbero la presenza di acqua nel sottosuolo profondo.

“Il nostro obiettivo su Marte è stato quello di ‘seguire l’acqua‘, nella nostra ricerca di vita nell’universo, e ora abbiamo prove convincenti che convalidano quello che abbiamo a lungo sospettato. Questo è uno sviluppo significativo, in quanto sembra confermare che l’acqua, seppur salata, fluisce oggi sulla superficie di Marte” ha detto John Grunsfeld, astronauta e socio amministratore della NASA’s Science Mission Directorate a Washington.

“La presenza di acqua in forma liquida su Marte ha conseguenze geologiche e idrogeologiche e può influenzare l’esplorazione umana del futuro”

spiegano gli autori del Report pubblicato sulla rivista Nature Geoscience, realizzato sulla base delle immagini catturate dal satellite Mro (Mars Reconnaissance Orbiter) lanciato nel 2005.

Marte non è dunque un pianeta arido e secco come si è ritenuto fino ad oggi perché è stata finalmente trovata la prova che sul Pianeta Rosso c’è acqua, anche se salata.

“La rilevazione di sali idrati su questi pendii significa che l’acqua svolge un ruolo fondamentale nella formazione di queste striature”

ha detto Lujendra Ojha del Georgia Institute of Technology (Georgia Tech) di Atlanta, autore principale del Report.

“La capacità del satellite MRO di osservare per più anni Marte con un carico utile in grado di vedere il dettaglio preciso di queste caratteristiche del pianeta ha consentito di ottenere risultati come questi: in via preliminare, l’osservazione delle striature e i loro mutamenti nel corso delle stagioni è davvero sconcertante e ora stiamo facendo un grande passo verso spiegando che cosa sono”

ha detto Rich Zurek, scienziato del progetto MRO al NASA’s Jet Propulsion Laboratory (JPL) a Pasadena, in California.

Il doodle di Google dell’Acqua su Marte: Google, il colosso del web, ha voluto celebrare la notizia delle prove della presenza di acqua su Marte con un doodle realizzato da Nate Swinehart, un logo animato che appare sulla home page del motore di ricerca.
“La notizia di oggi è come una lunga bibita fresca nel caldo soffocante. La scienza aveva già indicato la presenza di acqua su Marte prima, ma la prova di acqua liquida – salmastra, con flussi striscianti che appaiono in un cratere durante le estati marziane – ha enormi implicazioni nella ricerca di vita oltre il nostro pianeta. Ci siamo sentiti in dovere di onorare una scoperta così emozionante con un Doodle” fa sapere Google con un comunicato.

[easy_ad_inject_2]
Vincent Dimaggio
Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it
http://www.notiziefree.it

Similar Articles

Lascia un commento


Top