La riforma della “Buona Scuola” passa alla Camera ma il Governo rischia al Senato

Roma, 21 maggio 2015 – L’Aula della Camera ha approvato ieri il disegno di legge del governo conosciuto come “la Buona Scuola” con 316 sì, 137 no e un astenuto.

Soddisfatta il ministro Stefania Giannini si dice “emozionata” per il sì dell’Aula di Montecitorio e commenta ai giornalisti “Con questa legge si realizza un grande cambio culturale”. La scuola “dopo 15 anni può tornare a rappresentare un ascensore sociale”. “Intendiamo offrire una scuola di qualità, aperta e inclusiva”. Poi precisa che il passaggio del ddl al Senato è “sostanziale, non formale. Ma i pilastri del provvedimento non saranno toccati”.

[easy_ad_inject_1] Il premier Renzi sottolinea che il blocco degli scrutini sarebbe un errore: “Hanno tutto il diritto di farlo, per me sarebbe una cosa sbagliata, un errore. Noi siamo un Paese libero e democratico”

Ora, perché diventi legge, deve essere approvato anche dal Senato dove però non tutti i conti tornano. Mancherebbero una quarantina di voti al PD, dei quali 28 tra la minoranza PD.

Roberto Speranza e Gianni Cuperlo in una lettera aperta ai senatori chiedono modifiche:”dopo il primo passaggio della legge alla Camera, il contributo e l’impegno del Senato possono condurre a ulteriori e necessari cambiamenti del testo che vi consegniamo” si legge nella lettera “La scuola si cambia con la scuola Se una parte larga di insegnanti, studenti, famiglie vive una riforma come una ferita ai propri interessi e diritti, compito della politica e del legislatore è ricucire quella frattura”. Ci vogliono “risorse, innovazione nei programmi e nella didattica, e un’autonomia che abbia come finalità la promozione di chi parte svantaggiato”.

[easy_ad_inject_2]

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *