Un film per imparare a sconfiggere l’Ebola: medici a “The e-bola lesson”

Roma, 17 luglio 2015 – Imparare ad affrontare e sconfiggere il virus dell’Ebola con l’aiuto del cinema. Questo lo scopo del film “The e-bola lesson“, destinato proprio alla formazione di medici e operatori sanitari, che sarà distribuito gratuitamente a coloro che lo richiederanno. Il film è stato presentato, in anteprima mondiale, nel corso della Tavola rotonda “La lezione di e-bola. Formazione e informazione per prevenire le pandemie”, che si è svolta presso l’Auditorium del Ministero della Salute con il patrocinio del Ministero della Salute e del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

[easy_ad_inject_1]Il film, realizzato dalla Falcon Production, concretizza un ambizioso progetto, nato per volontà di Consulcesi, con lo scopo di fornire ai propri medici un innovativo strumento per aggiornarsi al meglio sull’Ebola. La pellicola combina formazione e fiction, e racconta da un punto di vista scientifico altamente qualificato l’epidemia di Ebola che continua a spaventare il mondo intero.

La trama del film racconta le vicende di un gruppo di sei giovani ricercatori, una task force in arrivo da Paesi diversi di Europa, America e Asia, che lavora alla ricerca di un vaccino per sconfiggere l’ebola una volta per tutte. E-bola, attraverso il lavoro e l’interscambio culturale di questi giovani ricercatori, ci racconta la storia di una malattia, appunto l’Ebola, che proprio per le sue modalità di contagio è sovranazionale e riguarda tutti gli esseri umani senza alcuna distinzione.

Questo – si legge in una nota di ebola-movie.com – è soltanto il primo di una serie di film dedicati alla formazione, che coinvolgerà star internazionali e che si avvale dell’autorevole e specializzata consulenza scientifica dell’Istituto Nazionale per le malattie infettive “Lazzaro Spallanzani” e della collaborazione con l’Università Sapienza di Roma.

Il film e-bola, lungometraggio realizzto in lingua inglese, e gli altri che seguiranno mirano alla creazione di coordinamento internazionale per la formazione a distanza per affrontare le presenti e future emergenze sanitarie e per promuovere la ricerca.

Il film rappresenta di certo un valido e qualificato supporto a disposizione degli operatori sanitari che ha già trovato il plauso e l’apprezzamento del Ministero della Salute e del Ministero degli Esteri.

“Abbiamo scelto il tema ebola perché è l’epidemia peggiore del 21esimo secolo, che resiste da 40 anni e non riesce ad essere debellata. I due casi avuti in Italia hanno confermato quanti rischi corra il personale sanitario coinvolto”

ha dichiarato Massimo Tortorella, Ceo di Consulcesi e produttore del film.

“Un tassello importante nella lotta contro ebola perché la fiction è accessibile a tutti, sia al personale sanitario sia alla gente comune. Una pellicola come questa serve a diffondere conoscenza, un fattore fondamentale perché solo la conoscenza ci può fornire gli strumenti per contrastare il virus di ebola”

ha dichiarato il dottor Fabrizio Pulvirenti, il medico italiano che ha contratto l’ebola in Sierra Leone mentre lavorava per Emergency, paziente zero in Italia.

Secondo i dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, al 3 giugno 2015 i morti nel mondo a causa del virus dell’ebola sono stati ben 11.162.

[easy_ad_inject_2]

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *