You are here
Home > Italia > Lombardia. Tangenti sanità: corruzione strumento principale del “Sistema Canegrati”

Lombardia. Tangenti sanità: corruzione strumento principale del “Sistema Canegrati”

Fallback Image

Milano, 17 febbraio 2016 – Un vero e proprio sistema quello messo a punto dalla cosiddetta zarina dell’odontoiatria lombarda, Maria Paola Canegrati, emerso nell’ambito dell’inchiesta sulle tangenti nella sanità lombarda che ha portato all’arresto di 21 persone.

Dalle carte del Gip Emanuela Corbetta, che ha emesso l’ordinanza di custodia cautelare anche nei confronti dell’imprenditrice lombarda, emerge il cosiddetto 2sistema Canegrati” che aveva fatto della corruzione il principale strumento per garantirsi l’aggiudicazione degli appalti nel sistema sanitario.

Da alcune intercettazioni emergerebbe che l’indagata avrebbe ammesso di aver dato un sacco di soldi ad un sacco di gente per arrivare a quello che era, anche se nelle interviste attribuiva tutto il merito alla fortuna. Una fortuna fatta però, stando alle indagini, di corruzioni a funzionari pubblici e, in particolare, di Fabio Rizzi, consigliere della Lega Nord, presidente della Commissione Sanità in Regione, e del suo braccio destro Mario Valentino Longo, anche loro arrestati.

Nell’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip Corbetta, si legge infatti, che Rizzi, attraverso Longo, esercitava “il proprio potere e la propria influenza politica per assicurare l’espansione economica dell’imprenditrice Canegrati, sia facendole vincere le gare di appalto negli ospedali pubblici, sia tutelandone gli interessi nelle fasi esecutive, sia imponendo la sua presenza nelle strutture convenzionate, così da ottenere per sé e per i due soci significativi ritorni economici”.

Secondo il Gip, il sistema Canegrati utilizzava il metodo corruttivo dei politici, remunerati al servizio dell’imprenditrice, per l’aggiudicazione delle gare d’appalto presso le strutture pubbliche o la gestione di centri odontoiatrici presso strutture convenzionate. Un asservimento alla Canegrati anche in cambio di posti di lavoro a mogli, figli, nipoti e parenti in genere.

Mena Cirillo
Appassionata di divulgazione dal 2001 al 2009 ho collaborato con la testata giornalistica Salus.it e dal 2009 al 2011 con Italia News. Per contattarmi: notizie@notiziefree.it

Similar Articles

Lascia un commento


Top