Londra: Kaitlyn Regehr molestata sul bus, viene salvata da un “angelo” sconosciuto

La donna ha lanciato un appello su Facebook per identificare e ringraziare il suo angelo custode.

Londra, 11 ottobre 2015 – Le molestie sessuali sugli autobus purtroppo sono frequenti e anche una metropoli importante e civile come Londra non è esente da questo terribile fenomeno.

Ma è una storia a lieto fine quella di Kaitlyn Regehr, una regista canadese di documentari, che a Londra è stata molestata su un autobus della linea 207 in direzione Acton. Nessuno faceva niente e Kaitlyn non sapeva come reagire quando improvvisamente uno sconosciuto, descritto dalla stessa come “alto ed elegante” è intervenuto costringendo il malvivente a porre fine alle molestie.

[easy_ad_inject_1] Kaitlyn vuole personalmente ringraziare quell'”angelo custode” per ora senza nome ed ecco che si è messa a cercarlo su Facebook scrivento un post.

“Per l’uomo che era sul bus 207 in direzione di Acton ieri notte… – si legge nel post in formato appello – Grazie per aver detto qualcosa quando quell’uomo mi ha afferrato. Grazie per aver detto che quella cosa non era accettabile. Soprattutto, grazie per avergli chiesto delle donne della sua vita, di sua madre, di sua sorella… Gli hai detto: “Lei potrebbe essere tua sorella. Lei è sorella di qualcuno”, e in questo modo hai fatto di me una persona. Ci hai fatto diventare una comunità. Ti ringrazio non solo perché ti sei alzato per me, o perché mi hai fatto sentire al sicuro, ma perché nel tuo viaggio verso casa – in questa grande, potenzialmente anonima città – hai reso meno traumatica quell’aggressione. Non sei andato via. Hai preso una posizione. Hai detto qualcosa. Per favore, sforziamoci tutti di “dire qualcosa”, diffondetelo, e per favore aiutatemi a trovare questo tizio eccezionale in modo che gli possa offrire una pinta di birra!”.

Il post ha raggiunto oltre 45mila “like” e condiviso da 23mila utenti di Facebook. Dell’uomo per ora nessuna traccia ma in tanti attendono di conoscerlo sperando che si faccia avanti.

Gli abusi sessuali sugli autobus di Londra purtroppo non sono un fenomeno raro: secondo i dati della Transport For London, un londinese su dieci ha subito abusi sessuali sui trasporti pubblici, ma il 90 per cento di queste molestie non vengono denunciate.

[easy_ad_inject_2]

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l’autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore..
Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *