You are here
Home > Italia > Macerata, in terapia intensiva i 4 gemellini nati prematuri: condizioni stazionarie

Macerata, in terapia intensiva i 4 gemellini nati prematuri: condizioni stazionarie

gemellini prematuri macerata

Macerata, 2 aprile 2015 – E’ a dir poco un evento unico quello che si è verificato ieri nelle Marche: un parto plurigemellare che ha impegnato due diverse strutture ospedaliere, e questa volta bisogna solo parlare di buona sanità. La nascita prematura di quattro gemellini ha messo alla prova la bravura dei nostri medici. Le condizioni di salute dei neonati, due femminucce e due maschietti, nati ieri prematuramente all’ospedale di Macerata, nelle Marche, al momento sono stazionarie e non avrebbero problemi neurologici, ma dovranno passare almeno altri due giorni per avere un quadro clinico completo delle loro condizioni.

[easy_ad_inject_1]La madre, una donna pakistana di 22 anni, giunta alla 24esima settimana di gestazione, aveva accusato dei forti dolori durante la notte ed era arrivata in ospedale in fase di parto inarrestabile. I medici del nosocomio di Macerata hanno dovuto decidere per un parto cesareo urgente: non c’era il tempo per trasferire la donna al Salesi di Ancona, c’era il forte rischio che partorisse in ambulanza. Subito sono stati allertati i loro colleghi dell’ospedale di Ancona, l’unico nella Regione ad avere un idoneo reparto di terapia intensiva neonatale dove dovevano necessariamente essere trasferiti i gemellini dopo la nascita, in modo da garantirgli la massima assistenza nel modo più veloce possibile.

I piccoli, che pesano tra i 500 e i 700 grammi, sono stati trasferiti d’urgenza al Salesi con delle ambulanze dotate di incubatrici ventilate, scortati dai carabinieri.
Un bollettino dell’azienda sanitaria di Ancona rende noto che i quattro gemellini sono intubati e ventilati artificialmente, le loro condizioni restano stazionarie. Accanto ai neonati c’è il loro papà mentre la mamma è ricoverata nel reparto di ginecologia dell’ospedale di Macerata dove ha dato alla luce i gemellini ed è in buone condizioni di salute.

“E’ stato un caso eccezionale, il primo a Macerata. I bimbi ora stanno meglio, ma è presto per una prognosi certa. A Macerata, dopo il parto, uno dei due maschietti ha avuto bisogno di essere rianimato. I neonati sono partiti tutti dopo essere stati stabilizzati e intubati, per diminuire i rischi del trasporto”

ha dichiarato il dottor Paolo Perri, primario di Neonatologia e Pediatria dell’ospedale di Macerata.
[easy_ad_inject_2]

Similar Articles

Lascia un commento


Top