Live. Attacco al Radisson Hotel di Bamako in Mali. 18 morti trovati

Bamako (Mali), 20 novembre 2015 -Ci sarebbe un attacco terroristico in corso in Mali presso il Radisson Blu Hotel della capitale Bamako.

[easy_ad_inject_1] 17:04 – Almeno 18 corpi senza vita sarebbero stati trovati all’interno dell’hotel Radisson a Bamako, in Mali. Lo rende noto l’emittente al-Arabiya citando fonti della sicurezza occidentale. Tra le vittime ci sarebbe anche un cittadino belga.

16:24 – L’agenzia di stampa Reuters riporta che il gruppo jihadista di Al-Murabitoun ha rivendicato la responsabilità per l’attacco l’hotel Radisson Blu nella capitale del Mali, Bamako. La rivendicazione è avvenuta con un post su twitter ma la notizia non sarebbe ancora confermata.
Al-Mourabitoun è un gruppo jihadista africano, organizzazione formata da una fusione tra il Movimento per l’Unità di Ahmed Telmissi e la Jihad in Africa Occidentale e la brigata di Mokhtar Belmokhtar Masked Men.

Intanto il Ministro italiano Paolo Gentiloni conferma che non c’è nessun cittadino italiano coinvolto nell’attacco terroristico all’hotel Radisson Blu.

13:15 – Giungono notizie di tre morti. L’irruzione delle forze speciali avrebbe permesso la liberazione di 80 dei 170 ostaggi.
Nessuno ancora ha rivendicato l’attacco all’Hotel Radisson Blu a Bamako si sospetta che ad essere responsabile sia il gruppo militare Ansar Dine guidato dal ribelle tuareg Iyad Ag Ghali. Il suo gruppo legato ad al-Qaeda ha promesso di destabilizzare la regione del Sahel.

Intanto l’agenzia stampa cinese Xinua informa che in hotel ci sarebbero 10 cinesi. Tra le 170 persone prese in ostaggio stamattina dai guerriglieri armati ci sarebbero anche 30 dipendenti dell’hotel, 20 cittadini indiani, sei dipendenti della Turkish Airlines, il cantante guineano Sekouba Bambinio e un numero imprecisato di cittadini francesi, probabilmente molti dei quali dipendenti di Air France che notoriamente utilizzano quell’hotel per i pernottamenti.

La Tv di Stato Mali riporta che 80 ostaggi sono stati liberati dall’hotel Radisson Blu a Bamako dopo l’irruzione delle forze speciali della polizia. Le operazioni sarebbero ancora in corso.

Il ministro degli Esteri francese Laurent Fabius ha detto in conferenza stampa che la Francia prenderà “tutte le misure necessarie” per combattere gli aggressori nell’hotel di Bamako, in Mali. Ha aggiunto inoltre che un tavolo di crisi è stato installato presso l’ambasciata francese a Bamako.

La Francia è stata storicamente potenza coloniale in Mali.

Intanto la compagnia francese Air France ha fatto sapere con un tweet che stanno tutti bene i 12 dipendenti che sono stati coinvolti nell’assedio presso l’Hotel Radisson a Bamako. Sarebbero riusciti a fuggire e mettersi in salvo.

Il gruppo salvato era composto da due piloti e personale di cabina 10, secondo la dichiarazione.

11:34 L’ufficio del Presidente del Mali ha postato un tweet dove si legge “L’hotel Bamako Radisson Blu è stato attaccato questa mattina da uomini armati che tengono in ostaggio 170 persone”.
A quanto si apprende dalla Reuters un numero imprecisato di uomini armati, forse una decina, al grido di “Allah Akbar” ha assaltato l’hotel Radisson Blu a Bamako

11:02 – Secondo quanto riferisce la Reuters che cita il capo della sicurezza, due guardie di sicurezza private sarebbero state durante l’attacco in hotel Radisson Blu nella capitale del Mali, Bamako. In ostaggio ci sarebbero 170 persone – 140 ospiti e 30 dipendenti.

10:42 – Sarebbero 10 gli uomini armati che hanno ingaggiato la sparatoria al Raddisson Hotel di Bamako in Mali. Lo riferisce il sito di notizie Depeche du Mali secondo il quale ci sarebbero stati anche feriti e che questi ultimi sono stati condotti in ospedale.

10:26 – 140 ospiti dell’Hotel e 30 dipendenti sarebbero tenute in ostaggio da due persone che starebbero intraprendendo un attacco terroristico. Secondo quanto riferito dall’agenzia AFP che cita un comunicato della società che gestisce l’Hotel Radisson “Il Rezidor Hotel Group … è a conoscenza della presa di ostaggi che è in corso presso la struttura oggi, 20 novembre 2015. Secondo le nostre informazioni due persone hanno bloccato 140 ospiti e 30 dipendenti”

10:00 – L’ambasciata americana a Mali ha chiesto a cittadini americani e dei suoi membri dello staff di rimanere in casa. Poche le notizie che per ora arrivano. L’ambasciata USA nel suo Tweet parla di una “sparatoria in corso.”

Secondo la BBC che cita una fonte della sicurezza all’agenzia di stampa Reuters “si tratta di un tentativo di prendere ostaggi. E’ intervenuta la polizia e sta isolando la zona”. Colpi di arma da fuoco sarebbero stati sentiti fuori l’hotel di 190 camere.

Una fonte della sicurezza ha riferito all’AFP che “Tutto accade al settimo piano, jihadisti stanno sparando nel corridoio”.

Il Radisson Hotel a Bamako sarebbe proprietà statunitense ed è molto frequentato dagli emigrati che lavorano in Mali.

Nel mese di agosto, presunti uomini armati islamisti hanno ucciso 13 persone, tra cui cinque operatori delle Nazioni Unite, durante un assedio con ostaggi in un albergo nella città centrale del Mali di Sevare.

[easy_ad_inject_2]

Autore: Donato Paolino

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *