Marò. India si avvale di avvocati internazionali per opporsi alle richieste italiane

New Dehli (India), 7 agosto 2015 – Tra tre giorni, il 10 agosto, L’india formalizzerà davanti al Tribunale internazionale del diritto del mare (Itlos) ad Amburgo, la sua opposizione alle richieste italiane per Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, fucilieri di marina che prestavano servizio antipirateria sulla nave Enrica Lexie, accusati di aver ucciso due pescatori imbarcati su un peschereccio indiano scambiato per un battello dedito alla pirateria il 15 febbraio 2012 al largo della costa del Kerala.

[easy_ad_inject_1] Per l’opposizione New Dehli si avvarrà di due avvocati stranieri, esperti di diritto internazionale che avranno il compito di contrastare le richieste italiane di misure provvisorie riguardanti i fucilieri di marina, in attesa che il caso venga esaminato prossimamente dalla Corte permanente di arbitrato (CPA) dell’Aja.

Secondo quanto riferiscono fonti locali gli avvocati ingaggiati dall’India sono Alain Pellet, già presidente Commissione giuridica internazionale dell’ Onu e Rodman Bundy.

[easy_ad_inject_2]

Autore: Donato Paolino

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *