Per Matteo Renzi arriva un nuovo aereo presidenziale in leasing da 200 milioni

Roma, 13 settembre 2015 – Il premier Matteo Renzi avrà presto un nuovo aereo presidenziale, un Air Force One italiano con tutti i comfort che sostituirà l’A319, in servizio da 15 anni per i viaggi dei premier e dei ministri. Lo rivelano indiscrezioni di stampa.

[easy_ad_inject_1]A quanto si apprende il nuovo aereo sarebbe un Airbus A330, preso in leasing dall’Alitalia ma Palazzo Chigi non conferma la notizia. In tempi di spending review magari non è opportuno rivelare quanto costerà il leasing dell’aereo ai cittadini italiani che spesso volano su aerei più vecchi di quindici anni, almeno chi se lo può permettere.

Certo è che il premier ha bisogno di volare lungo e l’attuale aereo A319 in servizio dal 2000 quando deve andare in transoceanica deve per forza fare uno scalo. Inoltre l’attuale aereo non sarebbe dotato del wi-fi.

Insomma c’è bisogno di rinnovarsi anche in cielo come Obama che si muove già da anni col Boeing 747 super accessioriato con tanto di “situation room” per gestire l’ordinaria amministrazione e anche le situazioni di crisi per non parlare della valigetta “atomica”.

Angela Merkel invece viaggia con un Airbus 340 che il governo tedesco ha acquistato dalla Lufthansa usato come l’aereo della presidenza della Repubblica francese, un Airbus 330 comprando usato un aereo dell’Air Canada che aveva 11 anni di vita e riadattandolo alle esigenze di Monsieur President.

Sul fronte dei costi si ipotizza una somma di circa duecento milioni di euro. Tanto costa un Airbus A330, euro più o euro in meno, ma considerando la possibilità di leasing la rata mensile che gli italiani potrebbero sborsare potrebbe essere di 700mila al milione di euro al mese.

Le reazioni e i commenti:

Enrico Letta, ex presidente del Consiglio commenta su twitter “io non sono d’accordo”.
Angelo Tofalo (M5S) scrive su twitter: “Renzi? si compra il nuovo aereo presidenziale… ovviamente paghiamo tutti noi”.
Giorgio Sorial (M5S) rincara su Facebook: “A voi l’austerity, a Renzi un aereoplano nuovo di pacca da 175 milioni di euro l’immigrazione è fuori controllo, la disoccupazione è ancora alle stelle, i consumi restano asfissiati ma le vere emergenze di questo governo si sa, sono altre: tappare le voragini dei bilanci dei partiti usando i soldi pubblici ed avere l’aereo più grande per vantarsi con gli “amici” (sempre usando i soldi pubblici)”.
“L’Italia aveva l’aereo più piccolo del G8 – prosegue – questo sarà cinque volte più grande del precedente, ci sarà una camera matrimoniale, spazi con divanetti e tavolini per il suo staff e la possibilità di imbarcare giornalisti fortunati. Questo paese ha bisogno di buoni esempi da seguire e non di bulletti, invece questi ricadono costantemente nell’ostentazione che per di più grava sulle spalle degli italiani. L’aereo precedente aveva circa 15 anni, era da cambiare? Non ci sono mezzi più economici e meno gravosi per le tasche dei cittadini? Non bastavano dunque il Renzicottero, i voli di stato per andare in vacanza e nove auto blu che fanno da corteo quando si muove. Agli italiani ora toccherà anche pagare un leasing da 1 milione di euro al mese”.

[easy_ad_inject_1]

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *