Matteo Salvini contestato ad Ancona e Macerata. Uova, pomodori e bottiglie contro di lui

Ancona, 28 aprile 2015 – Ancora lancio di uova e pomodori contro Matteo Salvini. Dopo i fatti di Livorno, la contestazione contro il Leader del Carroccio è stata attuata a Macerata dove Salvini si trovava per il tour marchigiano in vista delle elezioni regionali.  Secondo quanto si apprende, il lancio di uova contro Salvini è stato effettuato da militanti dei centri sociali che in piazza Roma ad Ancona hanno anche acceso un fumogeno arancione.

[easy_ad_inject_1] Contestazioni anche ad Ancona dove Salvini ha sfoggiato una felpa con la scritta “Marche” e, fermandosi ad un banchetto della Lega per la raccolta delle firme per la presentazione delle liste elettorali veniva protetto da un cordone di polizia. Ciò non è bastato ad evitare il lancio di oggetti contro il segretario della Lega e si sono registrati anche alcuni contatti tra forze di polizia e dimostranti.

Salvini ha commentato: “E pensare che questa gente qui magari il 25 aprile stava a parlare di libertà a democrazia”.

A Macerata giovani contestatori hanno mostrato striscioni con scritte ”Mai con Salvini, Macerata non si Lega”, e ”Respingiamo Salvini e il razzismo” e l’intonazione di “Bella Ciao” ha accompagnato il lancio di uova e pomodori. La polizia antisommossa è intervenuta con cariche di alleggerimento.

[easy_ad_inject_2]

Autore: Donato Paolino

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *