You are here
Home > Salute > Meningite in Toscana. Ministero della Salute: evitare luoghi affollati, alcol e fumo

Meningite in Toscana. Ministero della Salute: evitare luoghi affollati, alcol e fumo

Fallback Image

Firenze, 3 marzo 2016 – Continua senza sosta la campagna di vaccinazione che si sta attuando in Toscana per fronteggiare l’emergenza meningite, una malattia infettiva che si trasmette stando a contatto con il soggetto infettato (basta un semplice colpo di tosse o uno starnuto), mentre il Ministero della Salute avverte sui possibili rischi per chi si reca nelle zone della Regione maggiormente interessate, fornendo i consigli su come evitare il contagio da meningococco C.

Al momento il ministero non ha ritenuto necessario imporre delle restrizioni o particolari raccomandazioni per chi si reca in Toscana per viaggi occasionali, come lavoro o turismo, nelle aree maggiormente interessate dall’aumento dei casi (Azienda USL Toscana Centro), ma ribadisce che la frequentazione di locali molto affollati, per alcune ore, come le discoteche, l’uso di alcol e l’abitudine al fumo, durante i periodi con un aumento dei casi di malattia invasiva da meningococco C, potrebbe aumentare il rischio di contagio attraverso il contatto ravvicinato con potenziali portatori del batterio meningococco C.

Il ministero della Salute, inoltre, raccomanda a tutte le Regioni di mettere a disposizione la vaccinazione, con le stesse modalità previste in Toscana, per quei soggetti che si rechino per lunghi e continuativi periodi in Toscana (esempio, lavoratori e studenti fuori sede che mantengono la residenza nella Regione di origine).

La Regione Toscana sta affrontando l’emergenza meningite intraprendendo sia misure di controllo immediate con chemioprofilassi dei casi e indagini epidemiologiche, sia una campagna di vaccinazione che progressivamente ha esteso l’offerta vaccinale gratuita ad adolescenti, adulti e anziani, essendo stati registrati casi in tutte le fasce di età. Stando agli ultimi dati, i casi di meningite registrati in Toscana dall’inizio del 2016 sono stati 12, tutti da meningococco C, di cui 4 sono stai fatali per i soggetti contagiati.

Nonostante non ci sia un’emergenza a livello nazionale, il ministero della Salute ha ritenuto opportuno emanare la Circolare n. 5783 del 1° marzo 2016 contenente indicazioni alle regioni per il rafforzamento della sorveglianza, al fine di monitorare la situazione anche sul restante territorio nazionale e, se necessario, implementare nuove strategie di controllo.

Similar Articles

Lascia un commento


Top