Messina. Love story tra sacerdote e parrocchiana finisce in tribunale

prete

Messina, 11 aprile 2015 – Non è certo la prima volta che un sacerdote ha una love story con qualche parrocchiana, ma la storia che arriva dalla Sicilia ha diversi elementi che vanno oltre il canonico registro dell’inciucio dei parrocchiani come massimo possibile della pubblicità e pur sempre con il dubbio che alla fine si tratti di semplice malevole zizzania.

C’è sgomento a Mili San Pietro, frazione collinare della Circoscrizione I della città di Messina che conta 551 abitanti dove l’ex sacerdote della Parrocchia di San Pietro Apostolo 53 enne di origine veneta e una sua parrocchiana 47enne messinese sono finiti in tribunale per la loro love story dopo un’escalation fatta di esposti alla curia e al Vaticano, denunce reciproche e interviste televisive con dettagli piccanti

[easy_ad_inject_1]A quanto si apprende il prete avrebbe iniziato una relazione con la donna, nubile e impiegata in uno studio professionale,nello scorso luglio. Quando la relazione è iniziata ad arrivare sulla bocca dei parrocchiani il prete nel frattempo trasferito a Malfa, un Comune di 800 anime sull’isola di Salina, non avrebbe più voluto portare avanti la love story.

La donna delusa avrebbe danneggiato la sua auto a colpi di pietra e per questo episodio il parroco avrebbe presentato una denuncia ai Carabinieri di Santa Marina Salina ma la donna ha risposto inviando esposti al Vaticano e all’arcivescovo di Messina, ricostruendo nei dettagli la loro storia d’amore.

Assistita da un legale la donna ha raccolto prove audio ed email sulla relazione amorosa e concesso un’intervista televisiva su notiziarioeolie.it dove ha raccontato ulteriori particolari piccanti.

La donna non si arrende e spiega

“La mia non è una vendetta ma voglio evitare che questo uomo possa fare del male ad altre donne fragili, così come è accaduto a me. Ho denunciato il comportamento di quest’uomo che non può fare il sacerdote. Io ho sbagliato, ma ho creduto nei suoi sentimenti, mentre ho poi scoperto di avere davanti solo uno che si avvicina a chi vive momenti di debolezza, per poi riuscire a soddisfare i suoi istinti sessuali”.

Parole dure anche contro il Vescovo di Messina:

“Quando l’ho incontrato si è limitato a dirmi: ‘non si attacchi ai sacerdoti’. Ho poi dovuto pregarlo quasi per avere un appuntamento con lui. E alla fine mi ha ricevuto. Le sue uniche parole sono state: ‘ho capito tardi che questo sacerdote è fragile”.

La storia è destinata a continuare nelle aulee di tribunale dove un giudice stabilirà le responsabilità ed eventuali risarcimenti.
[easy_ad_inject_2]

Autore: Donato Paolino

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *