Mestre, Polizia cattura latitante turco. Alfano: controlli elevati

Polizia

Mestre, 6 aprile 2015 – La polizia di Venezia ha catturato a Mestre, un latitante di cittadinanza turca di 45 anni, destinatario di un mandato di cattura internazionale emesso dai pubblici ministeri di Ankara.

[easy_ad_inject_1]A quanto si apprende l’uomo era ricercato per terrorismo e all’atto del controllo da parte degli agenti avrebbe mostrato documenti austriaci e si trovava in Italia con la moglie austriaca e i figli per le vacanze pasquali.

L’arresto è avvenuto questa notte alle una circa nell’albergo situato sulla strada Terraglio che collega Mestre a Treviso.  A fermare l’uomo gli agenti di polizia e della Digos di Venezia coordinati dal questore Angelo Sanna. L’uomo non avrebbe opposto resistenza.

L’uomo è sospettato di essere un reclutatore del gruppo di estrema sinistra Dhkr-C, lo stesso al quale si è attribuito il sequestro del pm Mehmet Selin Kiraz a Istanbul il primo aprile scorso, magistrato poi ucciso nel corso del blitz delle forze speciali.

Il ministro dell’Interno Angelino Alfano ha commentato l’intervento della polizia:

“Il livello di allerta è tale che, anche e soprattutto nei giorni di Pasqua, i controlli di sicurezza su tutto il territorio, sono altissimi. Il latitante adesso è a disposizione della Corte di Appello per l’eventuale estradizione. Tutte le forze dell’ordine sono impegnate senza sosta sul fronte antiterrorismo per individuare i pericoli”.

[easy_ad_inject_2]

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Un pensiero riguardo “Mestre, Polizia cattura latitante turco. Alfano: controlli elevati”

  1. Pare che Angelino Alfano da quando non emette circolari ai Prefetti per cancellare le trascrizioni dei matrimoni dello stesso sesso,legalmente celebrati all’estero, non perda tempie si guadagni finalmente lo stipendio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *