Michael J. Fox sta perdendo la sua battaglia contro il Parkinson: “continuo a lottare, ogni giorno è un dono”

Los Angeles, California (USA), 8 aprile 2016 – Michael J. Fox, l’attore e regista canadese naturalizzato statunitense, meglio conosciuto da tutti come Marty McFly, protagonista della trilogia di Ritorno al futuro, nonostante il morbo di Parkinson stia prendendo il sopravvento continua imperterrito a lottare contro una malattia che lo sta debilitando sempre di più. Anche il web si sta mobilitando e sta facendo sentire il suo accorato e affettuoso supporto all’attore dopo che si è diffusa la notizia di un peggioramento delle sue condizioni.

Una delle sue ultime apparizioni, è stata ad una cena di stato che si è tenuta il mese scorso alla Casa Bianca in onore del primo ministro del Canada, Trudeau e la sua signora, insieme a sua moglie Tracy Pollan. Per l’occasione Michael J. Fox ha indossato uno smoking nero molto elegante e si è concesso ai fotografi sorridendo anche se è apparso più fragile e stanco del solito. Nonostante l’aggravarsi delle sue condizioni Michael J. Fox non rinuncia, dunque, a farsi vedere in giro e a partecipare ad eventi, la malattia ha un duro guerriero davanti a sé.

Pensare che ogni giorno è un dono, soltanto da questo Michael J. Fox, la star di “Ritorno al Futuro”, trova la forza per andare avanti consapevole che ormai sta perdendo la sua difficile battaglia contro il morbo di Parkinson, una lotta che dura dal 1991, quando gli fu diagnosticata la malattia per la quale ad oggi non esiste ancora una cura.

A diffondere la notizia, in esclusiva, sulle sue condizioni di salute, il sito Radar Online, secondo cui l’attore hollywoodiano non riuscirebbe più ad articolare bene il linguaggio e sarebbe anche costretto a trascinarsi il piede sinistro, che pare sia completamente insensibile.

Proprio lui che, con la sua Fondazione ha tanto aiutato la ricerca contro la malattia, giunto all’età di 54 anni senza mai perdersi d’animo, ora deve affrontare quelli che sono i sintomi più gravi del Parkinson e che lo stanno portando ad un veloce declino del suo corpo.

Secondo Radar Online, Michael J. Fox ha bisogno di aiuto anche per salire in auto. L’attore è stato, infatti, visto mentre usciva da un ristorante di Hollywwod con la moglie, l’attrice Tracy Pollan, che camminava zoppicando trascinando il suo piede sinistro per poi essere aiutato a salire in auto.

“E’ stato straziante. Il coraggio di Michael non conosce limiti. Ma, come la malattia prende il sopravvento sul suo corpo, anche lui sta cominciando a vedere che sta perdendo la sua battaglia” ha commentato un insider di RadarOnline.com.

Molto probabilmente, presto il morbo di Parkinson toglierà a Michael J. Fox la capacità di camminare e lo costringerà a stare su una sedia a rotelle. Secondo gli esperti ciò potrebbe accadere anche prima che l’attore compia 60 anni.

“Michael vede ogni giorno come un dono, così come l’opportunità di aiutare altre persone che soffrono. La sua Fondazione Michael J. Fox per la ricerca sul Parkinson ha fatto tanto e ha raccolto milioni di dollari, ma una cura al momento non è stata ancora scoperta”, riferisce la fonte di Radar Online.

Michael J. Fox ha conosciuto e si è innamorato di sua moglie, l’attrice Tracy Pollan (un anno più grande di lui), sul set di Casa Keaton, che ha sposato nel 1988 e dalla quale ha avuto quattro figli: Sam Michael (1989), le gemelle Aquinnah Kathleen e Schuyler Frances (1995) ed Esmé Annabelle (2001). Sulla propria esperienza della malattia, l’attore hollywoodiano ha dichiarato: “Il Parkinson mi ha salvato la vita. Prima vivevo a 100 all’ora e bevevo, ora mi sono avvicinato alla famiglia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *