Migranti. Allarme Onu: arriverà 1 milione di profughi siriani in 5 anni

New York, 22 aprile 2015 – Almeno un milione di profughi siriani arriveranno in Europa nei prossimi cinque anni per la difficile situazione in Siria. L’allarme è lanciato dal relatore speciale Onu Francois Crepeau in una intervista al Guardian via skype da Montreal. Secondo Crepeau i Paesi ricchi dovranno prepararsi ad accogliere circa 5 milioni di profughi dalla Siria.

“Ci sono due categorie di persone di cui stiamo parlando. Ci sono chiaramente i rifugiati – i siriani, eritrei, somali, afgani. Se prendiamo i siriani ed eritrei che si basano principalmente in Medio Oriente attualmente – in Turchia, Libano, Giordania ed Egitto per gli eritrei – sappiamo che sono bloccati, sappiamo che non c’è futuro per loro dove sono. Questi paesi non stanno permettendo loro di stabilirsi, ottenere la residenza permanente, la cittadinanza e quindi diventare cittadini attivi. Sono bloccati in un luogo dove non c’è futuro per se stessi o dei loro figli. Sappiamo che un gran numero di siriani in particolare stanno per lasciare questi paesi e se non forniamo alcun meccanismo ufficiale per loro di farlo, si farà ricorso a contrabbandieri. L’inazione dell’Europa è in realtà ciò che crea il mercato per i contrabbandieri.”

[easy_ad_inject_1] La soluzione: “Dovremmo fare per i siriani quello che abbiamo fatto 30 anni fa per gli indocinesi , e questo è un piano globale di azione in cui tutti i paesi del nord, l’Europa, il Canada, gli Stati Uniti, Australia e Nuova Zelanda, e probabilmente altri paesi, potrebbero dare ad un gran numero di siriani un’opzione…invece di pagare migliaia di euro solo per morire con i loro figli nel Mediterraneo.” ha detto Siria

I paesi ricchi devono ospitare i rifugiati: “Per un paese come il Regno Unito, si potrebbero ospitare circa 14.000 siriani all’anno per cinque anni. Per il Canada , meno di 9.000 di un anno per cinque anni – una goccia nel mare. Per l’Australia, il numero sarebbe probabilmente inferiore a 5.000 euro all’anno per cinque anni. Siamo in grado di gestire questo. (Ho usato solo la popolazione come un criterio di ripartizione, una chiave più sofisticata potrebbe essere il PIL per esempio.)

Poi usa parole dure contro l’Europa considerata fino ad oggi inattiva: “l’inattività dell’Europa sta in realtà creando il mercato per i trafficanti”, di esseri umani ha detto Crepeau.

“L’imperativo morale è quello di salvare vite umane, è la prima cosa da fare. Einstein ha definito follia ripetere la stessa cosa in attesa di un risultato diverso. Se continuiamo quello che abbiamo fatto – soprattutto in Europa, – non si farà meglio. Questo è solo l’inizio della stagione estiva, quindi se abbiamo avuto più di un migliaio di morti la scorsa settimana, ne vedremo nelle prossime settimane pure”

[easy_ad_inject_2]

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it