Migranti. Gobbi e chiusura frontiere Svizzera. Ferrara Micocci chiede chiarimenti mediante interrogazione

Bellinzona, 22 giugno 2015 – Dopo le posizioni espresse dal capo del Dipartimento istituzioni e presidente del governo ticinese Norman Gobbi di chiudere temporaneamente le frontiere, oggi la deputata Plr al Gran Consiglio Natalia Ferrara Micocci replica presentando un’interrogazione all’esecutivo. il Consiglio di Stati, attraverso la quale chiede chiarimenti sulla posizione espressa da Gobbi.

[easy_ad_inject_1] All’esecutivo Ferrara Micocci chiede fra l’altro se intende “far propria la posizione” di Gobbi e quindi sollecitare Berna a chiudere le frontiere ticinesi, se ritiene “sia data una situazione di emergenza, nonostante non si siano registrati problemi d’ordine pubblico e i flussi registrati attualmente siano nettamente inferiori, ad esempio, rispetto a quelli dei tempi dell’emergenza dei Balcani” e se le posizioni di Gobbi su temi di competenza federale (“in contrasto con gli obblighi internazionali e che hanno già incassato il parere negativo di Berna”), possono essere “da lui espresse in questo modo, visto anche il suo particolare attuale ruolo di presidente del governo ticinese”.

Di seguito le domande formulate:
“Viste le dichiarazioni del Ministro Gobbi, la delicata situazione attuale, anche a fronte del rapporto ONU sull’Eritrea”, Micocci chiede al Consiglio di Stato:
1. Se intende far propria la posizione del Ministro Norman Gobbi e chiedere a Berna di chiudere le frontiere ticinesi.
2. Se ritiene sia data una situazione di emergenza, nonostante non si siano registrati problemi d’ordine pubblico e i flussi registrati attualmente siano nettamente inferiori, ad esempio, rispetto a quelli dei tempi dell’emergenza dei Balcani.
3. Se le posizioni del Ministro Gobbi, su temi di competenza federale, in contrasto con gli obblighi internazionali e che hanno già incassato il parere negativo di Berna, possono essere da lui espresse in questo modo, visto anche il suo particolare attuale ruolo di Presidente del Governo ticinese.
4. Se quanto risposto dal Consiglio di Stato all’interrogazione del deputato Mellini relativa al discorso del Ministro Bertoli lo scorso 1. agosto, ossia che “come cittadino, un consigliere di Stato è libero di avere le proprie idee su temi generali o specifici e non spetta al Governo come collegio disquisire sulle opinioni personali dei suoi membri né di condividerle, criticarle o non condividerle o addirittura di distanziarsene ufficialmente con parole di scusa.” vale anche in questo caso. Oppure se, essendo state rilasciate a media nazionali e sembrando a nome del Governo, le dichiarazioni dell’onorevole Gobbi hanno oltrepassato il limite della sua libertà di espressione personale per rapporto alla sua funzione istituzionale.
5. Se le proposte del Ministro Gobbi fossero state discusse in seno al Governo, se fossero condivise e potevano essere espresse pubblicamente. Se, in caso contrario, queste sortite mediatiche costituiscano una violazione del principio di collegialità e siano da censurare perché non fanno che alimentare l’allarmismo.
6. Se le dichiarazioni del Ministro Gobbi hanno causato reazioni, anche formali, da parte delle competenti Autorità federali in, e, se sì, quali.
7. Se il Ministro Gobbi ha avuto contatti sui temi in discussione con l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati, che ha la sua sede a Ginevra, e se le sue dichiarazioni hanno causato una reazione formale.

L’interrogazione fa seguito alle dichiarazioni del presidente del Consiglio di Stato Norman Gobbi rilasciate alla NZZ am Sonntag di ieri dove si legge tra l’altro

“Il numero dei richiedenti asilo che arrivano in Ticino è aumentato in modo significativo negli ultimi giorni, al momento è il doppio dello scorso anno…Se l’afflusso di richiedenti l’asilo continua, dovremo chiudere provvisoriamente il confine. Solo così potremo esercitare una pressione sui paesi che non fanno il loro dovere. Noi facciamo il lavoro per l’Italia e l’Unione europea, in particolare nell’identificazione dei migranti”.

[easy_ad_inject_2]

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l’autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore..
Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *