Elezioni Milano. Gaffe della Gelmini: protesta sulle tante multe in video davanti a 3 auto in divieto di sosta. La replica

Il Pd accusa la Gelmini di gaffe per il video che mostra tre auto in sosta vietata. La Gelmini: “Nessun gaffe, grazie al PD pubblicità gratuita”.
Milano, 3 aprile- C’è tensione per la campagna elettorale in quel di Milano e i botta e risposta tra diverse fazioni avviene anche con gaffe su Youtube.

Sta facendo il giro del web il video pubblicato su Facebook dall’ex Ministro dell’Istruzione del governo Berlusconi, Maria Stella Gelmini che in appoggio al candidato del centro destra Stefano Parisi, protesta per le tante multe a Milano: “10.000 multe al giorno, è inaccettabile” dice accusando il sindaco per l’eccesivo numero di multe, che, a suo dire, “servono solo per riempire le casse comunali a scapito dei milanesi”.

Ma ecco la gaffe. Nel video di protesta la Gelmini è davanti a tre auto parcheggiate visibilmente proprio in divieto di sosta.

A far notare la gaffe è stato l’assessore alla Mobilità di Milano, Pierfrancesco Maran che sempre su Facebook ribatte: “Questa candidata davanti a tre auto in sosta irregolare dice basta multe. È la stessa del tunnel dei neutrini dalla Svizzera al Gran Sasso”.

Gelmini: Nessuna gaffe – Il Ministro Gelmini assicura “nessuna gaffe” ha commentato: “Nessuna figuraccia, sapevamo delle auto in divieto di sosta, la gente non sa dove metterle. Ringrazio il Pd per la pubblicità gratuita”.

Poi con un ultimo post su Facebook la Gelmini promette: ‪#‎Milano‬ tornerà ad essere la capitale del ‪#‎CentroDestra‬ ‪#‎ParisiSindaco‬

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *