You are here
Home > Italia > Milano. Ragazza ordina pizza e birra ma viene violentata dal pizzaiolo fattorino. Arrestato

Milano. Ragazza ordina pizza e birra ma viene violentata dal pizzaiolo fattorino. Arrestato

Fallback Image
[easy_ad_inject_1]Milano, 28 novembre 2015 – Doveva essere un giorno normale come un altro per una ragazza di Milano. Un pò di fame ed ecco la normalissima idea di telefonare in pizzeria e ordinare una pizza pizza e una coca cola da consegnare a domicilio.

Doveva essere una consegna come tante che avvengono ogni giorno a Milano. E invece il fattorino pizzaiolo 20enne di origine egiziana giunto alla sua porta invece la stupra.

La triste vicenda che a Milano ha visto come vittima una ragazza il 22 aprile scorso ha avuto oggi un epilogo registrato dalla cronaca: il fattorino delle pizze è stato arrestato su mandato del giudice per le indagini preliminari Ambrogio Moccia e dovrà rispondere di violenza sessuale.

La denuncia partì dal servizio anti-violenza della Clinica Mangiagalli, dove la ragazza si era fatta visitare. Al lavoro si sono da subito messi gli agenti della Polizia locale che hanno intercettato tutti i telefoni dei dipendenti della pizzeria, intercettazioni che hanno restituito diverse conferme.

Tuttavia il giovane non poteva essere arrestato in quanto per mesi era stato in Egitto dove si era rifugiato. Appena rimesso piede in Italia, convinto di averla fatta franca, ad accoglierlo ha trovato le manette delle forze dell’ordine.

Gli inquirenti sospettano che il pizzaiolo fattorino possa essere responsabile anche di altri casi di violenza sessuale messe a segno durante la consegna delle pizze.[easy_ad_inject_2]

Vincent Dimaggio
Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it
http://www.notiziefree.it

Similar Articles

Lascia un commento


Top