Minacce a Ignazio Marino. Un bossolo e un piccione per il sindaco di Roma

Roma, 3 luglio 2015 – A pochi giorni dal malore, Ignazio Marino, sindaco di Roma, avrebbe ricevuto minacce non solo via lettera ma ci sarebbe anche un piccione morto al Pantheon poco lontano da casa sua oltre a un bossolo ricevuto la scorsa settimana.

[easy_ad_inject_1]”Dopo la lettera con le minacce a me e ai miei familiari è evidente che un livello di preoccupazione ci sia”. Così Ignazio Marino innesta il dubbio che quel piccione e quel bossolo potrebbero avere a che fare con lui soprattutto in giorni nei quali mafia capitale è al culmine della sua vicenda processuale. Di questo se ne occuperà la Procura della Repubblica come conferma lo stesso Marino: “se ne sta occupando la Procura, c’è la supposizione che si tratti di un segnale e certamente non è una lettera d’amore” Il sindaco – sotto scorta dopo le minacce (con proiettile) della scorsa settimana – assicura che non si farà intimorire: “Una motivazione in più, questa sarà la battaglia della mia vita per la Capitale. Di quest’ultimo episodio non ho informazioni, ma è evidente che la nostra azione amministrativa stia disturbando organizzazioni che pensavano di poter gestire il bene pubblico per interessi criminali”.

Intanto il sindaco continua il suo lavoro e da Facebook fa sapere “Mentre i bimbi e i ragazzi si godono la pausa estiva, noi pensiamo al rientro. Oggi abbiamo consegnato la scuola per l’infanzia dell’Istituto comprensivo “Fanelli Marini” a Ostia. Adesso manca solo un altro piccolo passo: che queste aule colorate si riempiano delle voci gioiose dei 75 bambini che qui inizieranno il loro percorso nella scuola pubblica”.

[easy_ad_inject_2]

Risorse: profilo facebook di Ignazio Marino

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *