Morte Freddie Gray. Migliaia in piazza a Baltimora. Dodici arresti

Baltimora (USA), 26 aprile 2015 – Come annunciato si è tenuta nelle scorse ore la grande manifestazione di protesta per la morte di Freddie Gray, il 25enne afroamericano morto domenica per le gravi fratture alla spina dorsale dopo essere stato arrestato.

Dopo la manifestazione dell’altro ieri, migliaia di persone hanno ieri invaso le strade di Baltimora per una manifestazione annunciata come pacifica, ma che per la tensione è sfociata in scontri, tafferugli e un bilancio di vetrine rotte e scontri con la polizia che hanno effettuati dodici arresti tra i manifestanti.

La polizia ha creato anche un cordone di sicurezza allo stadio dove era in corso l’incontro fra i Baltimore Orioles e i Boston Red Sox dove il pubblico è stato costretto a restare nello stadio fino a che la situazione non si è calmata.

[easy_ad_inject_1]Al centro delle proteste gli abusi della polizia, dal caso di Michael Brown a Ferguson ed Eric Garner a New York. La polizia di Baltimora ieri aveva ammesso che il giovane afroamericano avrebbe dovuto ricevere un’assistenza medica subito dopo il suo fermo.
Oggi Malik Shabazz, presidente dell’organizzazione Black Lawyers for Justice ha dichiarato che “L’attenzione sarà su Freddie Gray e su come la sua schiena e la sua colonna vertebrale sono state rotte, e sulla copertura della polizia”.

Ed è proprio la polizia di Baltimora sotto la lente degli inquirenti: il Baltimore Sun ha rivelato che la versione degli agenti non corrisponde a quanto mostrato dalle telecamere a differenza di quanto dichiarato fin dal primo momento da Eric Kowalczyk, portavoce della polizia di Baltimora che, intervistato alla Cnn, aveva dichiarato che il ragazzo è fuggito alla vista dei poliziotti che in quel momento si trovavano in una zona con alto tasso di criminalità nota soprattutto per lo spaccio di droga.

Freddie Gray è morto domenica scorsa in ospedale a causa delle ferite alla spina dorsale riportate nel corso del suo arresto avvenuto una settimana prima a Baltimora, città degli Stati Uniti d’America, nello Stato del Maryland. il ragazzo era stato fermato da tre agenti che lo hanno trascinato con violenza tenendogli le mani dietro la schiena mentre urla di dolore.

[easy_ad_inject_2]

Autore: Donato Paolino

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *