Morte Giovanni Lo Porto. Aperte inchieste Cia e Senato Usa

Roma, 25 aprile 2015 – L’ispettorato generale della Central Intelligence Agency (Cia) e la Commissione intelligence del Senato Usa hanno aperto due distinte inchieste sul raid dell’agenzia di spionaggio americana in Pakistan, a causa del quale nel gennaio scorso persero la vita l’italiano Giovanni Lo Porto e il cittadino Usa Warren Weinstein.

Secondo quanto si apprende dalle agenzie statiunitensi il presidente Barack Obama potrebbe insediare un “panel” indipendente per accertare errori e responsabilità come quello istituito dallo stesso Obama nel 2013, dopo le rivelazioni di Edward Snowden sul programma di sorveglianza della National security Agency.

[easy_ad_inject_1]Fa discutere però che Obama non abbia informato Renzi della morte del giovane cooperante italiano nella sua recente visita a Washington.

Giovanni Lo Porto, giovane cooperante di 38 anni, rapito tre anni fa in Pakistan e da allora ostaggio italiano nelle mani di Al Qaeda, è rimasto ucciso a gennaio scorso insieme ad un altro ostaggio, l’americano Warren Weinstein, come conseguenza di un raid Usa mediante un drone avvenuto ai confini tra Pakistan e Afghanistan.

“Mi assumo la piena responsabilità di queste operazioni anti-terrorismo”, aveva detto subito Barack Obama chiedendo scusa e esprimendo “profonde condoglianze” alla famiglia di Lo Porto e dell’altro ostaggio ucciso.

[easy_ad_inject_2]

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *