Morte Vigor Bovolenta. Assolti i medici imputati per omicidio colposo: “il fatto non sussiste”

Vigor Bovolenta

Forlì, 15 aprile 2015 – Tutti assolti i medici imputati per la morte improvvisa del compianto Vigor Bovolenta, campione di palla a volo, stroncato all’età di 37 anni da un malore a Macerata nel marzo 2012 durante la partita del campionato di B2 ta la sua squadra, la Volley Forlì, e la Lube.

[easy_ad_inject_1] Il giudice Giorgio Di Giorgio del Tribunale di Forlì ha emesso sentenza di assoluzione per i due medici perché “il fatto non sussiste”. I due medici erano stati imputati per omicidio colposo in quanto ritenuti responsabili di aver rilasciato la certificazione di idoneità sportiva a Vigor Bovolenta.

Il pubblico ministero Filippo Santangelo aveva chiesto l’assoluzione con la formula “per non aver commesso il fatto”.
Soddisfazione è espressa dai legali di uno dei due medici assolti, gli avvocati Giorgio Mambelli e Giorgio Fabbri per i quali la sentenza rappresenta “il risultato finale che ripaga l’impegno umano e professionale profuso in questo processo”.

Vigor Bovolenta è stato un pallavolista italiano definito il Gigante del Polesine per la sua mole. Ha vestito la maglia azzurra negli anni della nazionale di Julio Velasco di cui è stato unanimemente considerata la più forte squadra italiana di pallavolo di tutti i tempi e soprannominata “generazione di fenomeni”. A quindici giorni dalla scomparsa di Vigor Bovolenta, la moglie si è accorta di aspettare il quinto figlio, Andrea, nato il 30 ottobre 2012.

[easy_ad_inject_2]

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l’autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore..
Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it