You are here
Home > Esteri > Mosca, Alexei Navalny, capo opposizione, incriminato. “Sto bene”

Mosca, Alexei Navalny, capo opposizione, incriminato. “Sto bene”

Alexei Navalny (fonte Facebook)

Il leader dell’opposizione russa Alexei Navalny è stato incriminato per aver violato l’articolo del codice amministrativo russo che regola le procedure per organizzare manifestazioni e cortei. Secondo quanto scrive l’agenzia russa Tass che cita fonti di polizia Navalny rischia “una multa, lavori obbligatori o l’arresto”, ma sempre per violazione amministrativa.

Intanto salgono a cinquecento le persone fermate durante il corteo contro la corruzione organizzato dal leader dell’opposizione a Mosca. Anche a loro viene contestata la “violazione amministrativa”.

Nalvany: “Sto bene” – Alexei Navalny, dopo l’arresto, ha tranquillizzato i suoi tanti sostenitori in piazza: “Sto bene, sono stato portato alla stazione di Polizia e sto discutendo con gli agenti del mio film su Medvedev”, ha scritto in una serie di tweet. Ha poi invitato i manifestanti a protestare “in modo pacifico”: “godetevi la bella giornata di sole”, ha scritto ancora.

La notizia del fermoAlexei Navalny, capo dell’opposizione e celebre blogger russo, è stato fermato dalla polizia durante una manifestazione contro la corruzione che si teneva a Mosca. La manifestazione, non autorizzata, aveva riunito una folla che protestava contro la corruzione ed in particolare contro il premier Medvedev, accusato di controllare un vero e proprio impero attraverso un network di organizzazioni no-profit.

Al momento del fermo di Navalny, caricato su un furgone della polizia, la folla ha urlato “fascisti, liberatelo”. Inevitabile l’innesco di momenti di tensione durante i quali la polizia ha effettuato altri altri 130 fermi tra i sostenitori del leader dell’opposizione.

Alexei Anatolievich Navalny, classe 1976 è tra i principali personaggi politici dell’opposizione in Russia. È segretario del Partito del Progresso e presidente della Coalizione Democratica (che unisce il Partito del Progresso e RPR-Parnas), formazione in precedenza co-presieduta con Boris Nemcov, morto assassinato nel febbraio 2015.

Risorse: Alexei Navalny su facebook

Similar Articles

Lascia un commento


Top