‘Ndrangheta. Affari al Nord: 9 arresti in Emilia-Romagna e Lombardia. Procuratore Alfonso: capacità di infiltrarsi al Nord

Bologna, 16 luglio 2015 – I carabinieri hanno eseguito in Emilia-Romagna e Lombardia misure di custodia cautelare emesse su richiesta della Dda di Bologna nei confronti di nove persone, nell’ambito dell’inchiesta denominata “Aemilia” sugli affari della ‘Ndrangheta al Nord.

[easy_ad_inject_1] Delle persone arrestate ci sarebbero tre esponenti della ‘ndrangheta emiliana ritenuti esponenti delle’ndrine tra Reggio Emilia, Parma, Piacenza e Modena e operante anche a Verona, Mantova e Cremona.

I carabinieri con decine di perquisizioni sul territorio nazionale, anche a carico di liberi professionisti hanno anche proceduto al sequestro di società,beni e attività commerciali per un valore di oltre 330 milioni di euro.

Il Procuratore capo di Bologna, Alfonso ha dichiarato: “Dalle intercettazioni emerge la capacità di questi clan di incidere sull’economia del territorio nel nord. Nelle intercettazioni – ha aggiunto – si parlava di 7 mila calabresi a Reggio Emilia e 3-4 mila a Parma. Siamo riusciti a seguire in tempo reale le operazioni. Dopo aver esaminato il quadro affaristico abbiamo chiesto misure per 12 persone, ma il gip ha ritenuto di confermarne solo 9”.

[easy_ad_inject_2]

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l’autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore..
Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *