Negli Stati Uniti cala la popolarità di Papa Francesco nei sondaggi di gradimento

Città del Vaticano, 29 luglio 2015 – La popolarità di Papa Francesco negli Stati Uniti, dopo il suo recente viaggio in America, subisce un duro colpo rispetto all’anno scorso. Secondo i risultati degli ultimi sondaggi di gradimento, molti americani non avrebbero gradito i suoi commenti sui cambiamenti climatici e sull’economia mondiale. Sembra, infatti, che le opinioni del pontefice abbiano turbato, in particolare, gli americani conservatori, specie quando il Papa ha espresso la sua opinione sull’economia globale e sul doveri di solidarietà verso i poveri.

[easy_ad_inject_1]Eppure, fino a due mesi prima del suo viaggio oltreoceano, Papa Francesco era in testa a tutti i sondaggi di gradimento ed il Time lo aveva anche scelto come “persona simbolo del cambiamento”. Ora, secondo un sondaggio della Gallup, questo mese il 59% degli americani hanno espresso un parere favorevole su Papa Francesco, rispetto al 76% registrato nel febbraio scorso.

Dai nuovi dati emerge che la percentuale di americani che non è in linea con le scelte e le innovazioni che Papa Francesco sta portando avanti con fermezza, è aumentata dal 9% al 16%. Il sondaggio ha poi preso in esame solo l’insieme dei cattolici americani, evidenziando che sono proprio i conservatori quelli che più hanno fatto marcia indietro nei confronti di Papa Francesco.

Il sondaggio è stato condotto dall’8 al 12 luglio, tre settimane dopo che il Papa ha pubblicato la sua prima enciclica sull’ambiente, i cambiamenti climatici e la cura della casa comune, condannando un sistema economico che contribuisce al riscaldamento globale e sfrutta i poveri. L’indagine è stata condotta su oltre 1.000 adulti ed ha un margine di errore più o meno di 4 punti percentuali.

Diversi cattolici in competizione per la nomination presidenziale repubblicana hanno criticato o preso le distanze dal Papa sul suo ruolo nel disgelo storico nelle relazioni USA-Cuba, e la sua insistenza sul fatto che il capitalismo senza restrizioni ha fatto male ai più poveri e più vulnerabili, scrive il TheGuardian.

Inoltre, i conservatori cattolici hanno espresso disagio per lo stile e l’enfasi di Papa Francesco quando, nei suoi sermoni, inizia a bacchettare tutti.
La sua popolarità sarebbe in calo anche tra i liberali negli Stati Uniti, tra i quali il suo indice di gradimento è sceso di 14 punti percentuali, secondo il sondaggio Gallup.

Molti liberali hanno criticato il Papa per non aver appoggiato l’ordinazione delle donne come sacerdoti o di permettere ai sacerdoti di sposarsi. Sorprendentemente, il sondaggio ha rilevato che un quarto degli americani non aveva mai sentito parlare di Papa Francesco, rispetto al 16% rilevato nel 2014.

Tuttavia, la popolarità di Papa Francesco è ben al di sopra di quella del suo predecessore, Papa Benedetto XVI, che era sceso ad un indice di gradimento del solo 40% nel 2010. Papa Francesco non ha mai raggiunto il livello di popolarità di Giovanni Paolo II, che salito a un tasso di approvazione dell’86% nel 1998. Ma gli auguriamo presto di raggiungerlo e superarlo per quante cose buone sta facendo per i popoli di tutto il mondo, non solo cattolici e per la sua fermezza nel contribuire a cambiare il mondo e gli uomini.

[easy_ad_inject_2]

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l’autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore..
Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *