Nuoro. Partorisce e non sapeva di essere incinta: choc per una 18enne catanese

Nuoro, 13 luglio 2015 – E’ stato un vero choc per una 18enne, originaria di Catania, capire che stava dando alla luce un bambino non sapendo nemmeno di essere incinta. Sembra la scena di un film ma è la pura realtà. E’ accaduto in Sardegna, dove una ragazza di 18 anni, da tempo in in una località balneare per motivi di studio e lavoro, si è recata alla Guardia medica turistica di Cala Golone, frazione del comune di Dorgali in provincia di Nuoro, in preda a forti dolori addominali.

[easy_ad_inject_1]I medici non hanno fatto nemmeno in tempo a visitarla che la ragazza, recatasi in bagno, ha partorito il bambino proprio lì, lasciando tutti in uno stato di sconcerto generale. Quelle che lei aveva scambiato per coliche altro non erano che contrazioni del parto imminente.

I medici della Guardia medica si sono subito dati da fare prestandole tutte le cure necessarie per un parto davvero surreale. Prontamente avvisati i sanitari del 118, la ragazza e il neonato sono stati trasferiti presso ospedale San Francesco di Nuoro, dove i medici del reparto di Ostetricia e ginecologia, diretto dal primario Angelo Multinu, hanno sottoposto entrambi ad un’accurata visita.

Ora la giovane mamma e il neonato, nato venerdì scorso, che pesa circa 3 chili, stanno bene. La ragazza si sta riprendendo dallo choc che le ha causato un parto così inaspettato, da tempo aveva notato un suo aumento di peso ma mai avrebbe pensato ad una gravidanza. Il primario dell’ospedale di Nuoro avrebbe confermato che casi del genere possono accadere in concreto, con un’incidenza statistica di un caso su 2500.

“Sono casi sporadici, ma può accadere che una donna non si accorga di essere gravida. Ed è normale che la gente stenti a crederci. Ci sono donne, ad esempio, che nonostante la gravidanza continuino ad avere mensilmente delle perdite simil-mestruali che non sono mestruazioni ma che possono far pensare che si tratti del ciclo mestruale. Questo accade soprattutto in donne con ciclo irregolare. È il tipico caso di gravidanza criptica. Partendo dal presupposto che una donna escluda di essere incinta ci sono un insieme di coincidenze che rendono questo possibile. Ad esempio, la nausea può essere attribuita a un virus intestinale o a disturbi dell’apparato vestibolare. I movimenti del bambino possono essere confusi con movimenti intestinali. Casi rari, come detto, ma possibili. La letteratura internazionale riporta un caso ogni 2.500”

ha spiegato il dottor Angelo Multinu, primario di Ostetricia e ginecologia dell’ospedale San Francesco.

[easy_ad_inject_2]

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l’autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore..
Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *