Ok del Senato a nuova norma sul Vilipendio al Presidente della Repubblica

Roma, 5 giugno 2015 – La nuova norma sul reato di vilipendio al Capo dello Stato ha ottenuto l’ok del Senato che l’ha approvata quasi unanimità con 195 sì, 3 astenuti e 21 no. Ora il disegno di legge passa alla Camera.

[easy_ad_inject_1] La novità principale della nuova norma è sarà abolita la pena del carcere fino a cinque anni come recita l’art 278 del codice penale attualmente in vigore che, rubricato “Offese all’onore o al prestigio del Presidente della Repubblica” recita: “Chiunque offende l’onore o il prestigio del Presidente della Repubblica, è punito con la reclusione da uno a cinque anni”.

Le nuove norme approvate dal Senato sono prevedono infatti multe da 5.000 a 20.000 euro e, se l’offesa consiste nell’attribuzione di un fatto determinato, la reclusione fino a due anni.

Contrari alla modifica della norma Lega e Sel. Erika Stefani (Ln) e Peppe De Cristofaro (SEL-Misto) hanno sottolineato come la “modifica di una norma del codice penale risalente all’epoca fascista rappresenti un compromesso al ribasso, mantenendo un reato di opinione che appare incompatibile con la tutela costituzionale della libera manifestazione del pensiero e del diritto alla critica politica”.

Anche Lucio Barani (Gal), Lello Ciampolillo (M5s) e Maurizio Gasparri (FI), annunciando il loro voto favorevole, hanno precisato che avrebbero preferito l’abrogazione del reato. Carlo Giovanardi (Ap) e Giuseppe Lumia hanno votato a favore sostenendo il nuovo testo.

Si parla di vilipendio, nel diritto penale italiano, in riferimento ad alcuni reati che consistono in manifestazioni di disprezzo verbale rivolte a determinati soggetti (particolarmente le istituzioni dello Stato, ma anche le confessioni religiose o i defunti).

 

[easy_ad_inject_2]

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *